Montagnana: no pedaggio, raccolta firme

variante montagnanaUna raccolta firme, una manifestazione popolare e poi tanti dubbi. Se entro aprile aprirà i battenti anche l’ultimo tratto padovano di Valdastico Sud (la società Autostrada Brescia-Padova assicura l’apertura del tratto Santa Margherita d’Adige-Noventa Vicentina in queste settimane), resta ancora in alto mare l’evoluzione della nuova regionale 10, la strada che dovrebbe collegare Monselice al Basso Veronese. L’opera, è noto, resta monca, ferma all’uscita di Carceri inaugurata ormai nel lontano 2007: mancano i 25 chilometri che servono per collegare Carceri a Legnago attraverso il Montagnanese: una mancanza, questa, che si è fatta estremamente tangibile ora che è entrato in funzione il nuovo polo ospedaliero dell’Usl 17, la cui accessibilità è strettamente collegata alle sorti della nuova regionale.

Per smuovere la questione, in queste ultime settimane si è mosso in particolare Tiberio Businaro, sindaco di Carceri, che ha lanciato una doppia iniziativa: una petizione per evitare il pagamento del pedaggio per chi utilizzerà la strada e una grande manifestazione pubblica per sensibilizzare l’opinione pubblica. La petizione, lanciata in particolare attraverso la rete, ha già superato le 520 adesioni. Sempre attraverso il web, il primo cittadino ha inoltre lanciato una manifestazione per il prossimo 18 aprile, un evento di forte impatto mediatico per scongiurare l’obbligo di pedaggio per gli utenti della nuova Sr 10. D’altro canto sono recenti i timori espressi dal consigliere regionale del Pd Claudio Sinigaglia, estremamente dubbioso sul futuro della nuova Sr 10: “Dopo l’aggiudicazione della concessione del novembre 2013, il governatore Luca Zaia ha fatto un pericoloso dietrofront.

Da concessione, infatti, servivano 40 milioni pubblici a fronte del contributo privato di 200 milioni: Zaia ha chiesto la defiscalizzazione (una sorta di sconto nelle tasse future invece del versamento della somma pubblica) dell’opera per poter assegnare l’avvio dei lavori, ma a quanto pare l’approvazione governativa della defiscalizzazione tarda ad arrivare. Il contributo della Regione, d’altro canto, non è stato messo a bilancio”. Chiede invece fiducia e soprattutto di smorzare le polemiche Piergiorgio Cortelazzo, consigliere di maggioranza del Pdl: “Campagne come quelle portate avanti da Businaro rischiano solamente di rallentare se non di affossare l’opera. Purtroppo è evidente che la copertura economica per completare la nuova Sr 10 è limitata: l’appoggio del privato, attraverso il project financing, è di fondamentale importanza e l’utilizzo del pedaggio per recuperare il capitale investito, ad oggi, è la via più percorribile”.

di Nicola Cesaro

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento