Home Veneziano Miranese Nord Noale: le scuole si rifanno il look

Noale: le scuole si rifanno il look

scuolaPotrebbero scattare già quest’estate i lavori di sistemazione delle scuole elementari di Noale nell’area sud. Queste, almeno, le intenzioni provenienti dal Comune, che potrebbe aggiungere anche un altro cantiere: quello della zona nord. La giunta comunale si è messa in lista per un bando regionale, che potrebbe portare dentro alle casse attorno ai 700 mila euro da destinare alla zona più a settentrione della struttura, da aggiungere ai 750 mila, di cui quasi 560 mila euro arriveranno dal governo Renzi. Governo che ha sbloccato i finanziamenti per rendere le strutture italiane più belle, sicure e nuove, svincolandoli dal Patto di stabilità.

E questi ultimi soldi andrebbero per il lato a meridione. Ma essendoci la novità dalla Regione, gli uffici del municipio hanno disegnato i progetti preliminari per l’intero complesso, anche se per il momento solo il lato sud è sicuro di partire, mentre per quello opposto bisognerà capire se Noale entrerà nella graduatoria di Palazzo Balbi. “Il 13 febbraio – spiega il sindaco Patrizia Andreotti – è uscito un bando, con scadenza il 27 marzo per accedere ai fondi veneti per le scuole, circa 700 mila euro, di cui noi ne dobbiamo garantire 200 mila. Avendo in mente di intervenire nell’area sud del territorio con in conformità con le indicazioni previste dal governo italiano, abbiamo scelto di allargare il progetto anche a nord”. Nello specifico, quest’estate si faranno tutti gli interventi sismici e per garantire la messa a norma dell’immobile per avere il certificato di prevenzione incendi della scuola. Non solo, perché si dovrebbe mettere mano anche al solaio della palestra e quello del corpo centrale. Il governo Renzi ha varato una manovra complessiva da 5-6 miliardi di euro per lo sblocco di piccole e grandi opere, tra cui alcuni nel campo dell’edilizia scolastica.

Qui si prevede una prima tranche per la manutenzione e la riqualificazione su 21 mila edifici, per più di un miliardo di euro. Noale è stata inserita in questa lista, assieme agli altri Comuni veneziani Campagna Lupia, Camponogara, Cavallino Treporti, Eraclea, Jesolo, Marcon, Mirano, Musile di Piave, Pianiga e Santa Maria di Sala. Poi la città dei Tempesta incrocerà le dita per avere pure gli altri soldi dalla Regione, che consentirebbero di rifare l’intero istituto. “Mi auguro – prosegue il sindaco – che se fossimo inseriti tra i Comuni beneficiari, i soldi possano essere svincolati dal Patto di stabilità altrimenti sarebbe un problema. Soldi che permetterebbero di intervenire nell’area nord, di sicuro per tutte le opere antisismiche. ma anche per sistemare il pavimento e i servizi”.

di Alessandro Ragazzo

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette