Home Rodigino Provinciale Pesca abusiva in Fossa maestra: fermati con 400 chili di siluri

Pesca abusiva in Fossa maestra: fermati con 400 chili di siluri

pesca abusiva siluriAvevano pescato abusivamente 400 chilogrammi di pesce, in massima parte siluri: due pescatori professionisti, entrambi polesani, sono stati fermati dalla Polizia Provinciale di Rovigo mentre, a bordo di una barca a motore, erano intenti a recuperare oltre ottocento metri di reti da pesca posizionate nel tratto terminale della Fossa Maestra, prima dell’ingresso nel Canalbianco, luogo in cui è maggiore la concentrazione del pesce.

La polizia ha contestato le infrazioni di esercizio della pesca in orario notturno con attrezzi non consentiti e uso di imbarcazione nelle acque secondarie, con il sequestro del pescato, degli attrezzi, natante e motore fuoribordo.  “Un altro punto a favore delle forze dell’ordine” è stato il commento del presidente della Provincia Marco Trombini che segue l’operazione della scorsa settimana che aveva portato al sequestro di barca e attrezzi utilizzati per la pesca abusiva da parte di pescatori di frodo provenienti dall’Europa dell’est.

“Il periodo della riproduzione, l’orario notturno e le condizioni climatiche avverse – ricordano gli uffici di Palazzo Celio – sono circostanze ideali per chi intende effettuare l’attività di bracconaggio fluviale. Ai cittadini e alle associazioni dei pescatori sportivi chiediamo di continuare a fornire informazioni per contrastare il fenomeno del bracconaggio”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news