Home Veneziano Miranese Sud Spinea: un distretto commerciale per rilanciare il centro

Spinea: un distretto commerciale per rilanciare il centro

Un distretto commerciale per il centro di Spinea, per rilanciare le attività commerciali e creare quella piazza che manca, partendo da via Roma. E’ questo l’obiettivo di Comune, associazioni e categorie: il paese senza piazza partirà dal suo punto debole per trasformarlo in punto di forza. In attesa di capire come risorgerà piazza Marconi, nel frattempo solo “sistemata”, ma ancora oggetto di studio per un nuovo “masterplan” e in attesa di riorganizzare piazza Fermi, il Comune accelera sulla “Piazza lunga un chilometro”, il progetto di trasformazione di via Roma in centro.

In pratica la strada che taglia il paese diventerà elemento di unione e rinascita per Spinea: una scelta che passerà anche per la creazione di un vero e proprio distretto del commercio, coinvolgendo gli operatori e i negozi di vicinato e che a sua volta farà leva sulla nascita di nuovi servizi e la realizzazione di elementi di arredo urbano del tutto nuovi. Non solo traffico dunque, che tra l’altro dovrebbe diminuire una volta entrate in funzione le tangenziali esterne e predisposto un Piano urbano del traffico. In città se ne sta parlando da tempo, con incontri tra negozianti per definire la nuova opportunità, discutere e organizzare al meglio il progetto. L’ultima riunione in ordine di tempo, dal titolo eloquente, “Il distretto di Spinea prende vita, tu sei pronto?”, ha visto partecipe l’architetto Elena Franco di Town Center Management Italia, società che si occupa a livello internazionale di gestione di centri città, con particolare riferimento all’urbanistica e alla valorizzazione urbana e del territorio.

Franco è autrice tra l’altro di articoli e saggi sul tema della rivitalizzazione urbana ed è spesso invitata a intervenire in convegni e centro spineaworkshop in Italia e all’estero. A Spinea ha parlato della concorrenza degli altri centri, quelli commerciali artificiali ed extraurbani rappresentati dalle grandi catene di distribuzione e dei cambiamenti delle abitudini dei consumatori. A Spinea il distretto commerciale vuole essere proprio come un centro commerciale esteso lungo l’asse principale, da Orgnano a piazza Marconi e caratterizzato dalla rinascita dei negozi che a suo tempo furono la realtà attorno a cui si sviluppò il paese. Il distretto avrà un coordinatore unico (omologo del manager di un centro commerciale) e a servizio dei negozi ci saranno anche manifestazioni ed eventi, ma l’obiettivo è portare anche migliorie urbanistiche, abbellimento e decoro urbano, favorendo il ripopolamento commerciale del centro. Per questo anche il Comune farà la sua parte, apportando quelle piccole migliorie che consentiranno di rendere riconoscibile dal punto di vista urbanistico un centro città caratterizzato da un viale commerciale di richiamo. A completare il mosaico saranno le associazioni, chiamate a concorrere in particolare all’organizzazione di eventi, manifestazioni ed eventi-calamita per i visitatori, anche da fuori città.

 

Filippo De Gaspari

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette