Tribano E20, ancora polemica sui finanziamenti pubblici all’associazione

tribano area festeContinua a far discutere in paese la nascita della nuova associazione “E20” che in pochi giorni dalla sua fondazione è riuscita ad ottenere un contributo comunale di mille euro. A denunciare il fatto è stato per primo il consigliere di minoranza di “Rinnoviamo Tribano- Forza Italia” Roberto Bazzarello , che ha presentato anche un’interpellanza. “Da anni riceviamo lamentele di associazioni che lavorano a Tribano e non hanno mai ricevuto un euro di contributo, anzi, si sono viste mettere i bastoni tra le ruote più volte dalla maggioranza Argenton intralciando l’attività proposta. E’ sorprendente vedere che a Tribano è nata un’associazione e due giorni dopo la giunta si sia riunita per decidere di sostenerla con mille euro, nonostante lo Statuto Comunale richieda almeno due anni di attività nel paese per iscriversi all’Albo. Come si può sostenere un’associazione appena nata a discapito di altre che lavorano da anni nel territorio?”. Nelle scorse settimane l’ufficio segreteria del comune ha inviato a tutte le associazione una lettera chiedendo di iscriversi all’albo comunale; sembra però che tale lettera dica cosa diverse da quanto scritto nello Statuto Comunale, per questo motivo Bazzarello ha presentato una mozione invitando il sindaco ad annullare la lettera che ha spedito dato che i gruppi consiliari stanno ancora discutendo la bozza di regolamento che riguarda le associazioni di Tribano.

“Con i soldi del comune si fa presto a creare eventi- continua Bazzarello- ma l’abilità di un’associazione sta nell’organizzare manifestazioni senza chiedere un solo euro al Comune. Siamo stanchi di vedere associazioni o enti che vivono sulle spalle della gente che lavora, in un momento in cui Argenton taglia i servizi ai cittadini e spegne i lampioni. E’ necessario che il sindaco faccia chiarezza”. “Abbiamo riservato mille euro – risonde il sindaco Piergiovanni Argenton – per rimborsare parte dei costi sostenuti, previa documentazione, per quanto già fatto dall’associazione nell’ambito di una programmazione condivisa. Ufficialmente Tribano Eventi è stata costituita prima di Natale ma eravamo informati da mesi dell’iniziativa. Con la collaborazione dell’amministrazione ha promosso eventi come il concerto di Natale del 23 dicembre, la “notte degli Oscar” del 5 gennaio, l’apertura serale della biblioteca, le serate a tema su sana e corretta alimentazione. Molte altre sono in programma per prossimi mesi. E’ pur vero che negli ultimi anni non si è più perpetrata l’erogazione a pioggia di contributi alle associazioni – puntualizza il sindaco – ciò non toglie che possano essere assegnati per progetti condivi e documentati. In occasione della sagra paesana l’amministrazione ha messo a disposizione una cifra per tuitte le associazioni che hamnno collaborato alla manifestazione, poi devoluta per un evento compreso nel programma della sagra”. interviene anche la Pro Loco, attraverso la vice presidente Elisa Piazzon.

“La Pro Loco non riceve più contributi dal Comune da più di due anni, finanzia le attività con il ricavato delle manifestazioni, e non incassa alcuna tariffa per l’utilizzo dell’area feste ma riceve soltanto contributi solidali per l’impiego delle strutture di proprietà dell’Associazione. Precisiamo che le somme incassate sono destinate alla manutenzione ordinaria delle strutture. La riscossione delle tariffe non è nemmeno possibile, dal momento che, nonostante diverse proposte, il regolamento per l’utilizzo dell’area non è mai stato approvato negli ultimi cinque anni”.

 

Cristina Lazzarin

Lascia un commento