Home Rodigino Adria Adria, via la ricetta rossa: “Per gli utenti nessun cambiamento"

Adria, via la ricetta rossa: “Per gli utenti nessun cambiamento”

2476741-k-ricettDal mese di aprile è sparita dalle scrivanie dei medici e dalle tasche dei pazienti la famosissima “ricetta rossa”, ossia il modulo prestampato caratterizzato dai campi rossi da decenni utilizzato per la prescrizione di servizi sanitari specialistici. Dal 1° aprile 2015 le prescrizioni di esami e visite specialistiche diventeranno completamente digitali, così come avvenuto nel 2014 per i farmaci.

“Per gli assistiti dell’Azienda Ulss 19 non cambia nulla – Si legge dalla nota ufficiale dell’azienda sanitaria – Dal medico prescrittore l’utente riceve un promemoria stampato su carta bianca, al posto della con- sueta ricetta rossa. Con questo promemoria il cittadino potrà chiamare telefonicamente o recarsi allo sportello di prenotazione, oppure al punto di erogazione per ricevere la prestazione richiesta. Grazie al percorso di digitalizzazione della sanità regionale scompare la ricetta rossa. Un collegamento telematico tra medici prescrittori, azienda Ulss 19, Regione e Ministero dell’Economia, offre un nuovo sistema, in linea con le norme regionali e nazionali in materia, e l’occasione di migliorare il servizio diretta- mente al cittadino.”

Ma come si struttura il nuovo formato cartaceo che rimane al paziente come promemoria? Il promemoria bianco contiene i dati identificativi della ricetta digitale (numero di ricetta elettronica e codice fiscale) necessari per l’erogazione della prestazione sia essa una visita specialistica, un esame diagnostico o di laboratorio, oppure del farmaco. Attenzione: una volta prenotata una prestazione in una delle aziende sanitarie od ospedaliere della Regione non è più possibile utilizzare il promemoria per una seconda prenotazione in un’altra struttura. Qualora il cittadino desiderasse cambiare la data o la sede della prestazione deve cancellare la prima prenotazione. In caso di impossibilità di eseguire l’esame o di sottoporsi alla visita prenotata, è indispensabile disdire al più presto la prenotazione. In caso di mancata disdetta, l’utente è tenuto comunque al pagamento del ticket, anche se esente.

di
Martina Celegato

Le più lette