Home Rodigino Adria Attive Terre: " Tutto il corpo pensa"

Attive Terre: ” Tutto il corpo pensa”

Attive TerreGiovedì scorso 23 aprile, si è concluso il ciclo di conferenze IDENTIKIT2 presso i locali del Badini. L’ultimo degli otto incontri ha visto trattare il tema  “Tutto il corpo pensa. Il teatro della vita, per la libertà della vita”con il relatore dott. Vincenzo Longo.

Nel corso dell’attività l’Associazione Genitoriale di Volontariato ATTIVE TERRE Onlus, ha voluto fornire una serie di conoscenze e competenze sull’identità locale e territoriale a quanti hanno voluto aderire al percorso proposto di conoscenza del territorio e della cultura locale.

Nel corso dell’ultimo incontro si è voluto parlare  dell’evoluzione del teatro nel tempo, arrivando fino ai giorni nostri, trattando i moderni modi di mettere in scena una commedia, poi si è fatta una lunga ed articolata carrellata dei vari tipi di teatro e di come la sua evoluzioni, non comporti più la passività dello spettatore quanto il suo concreto coinvolgimento nella rappresentazione scenica “spett-attore”.

Si è parlato del “teatro dell’invisibile”, una specie di flash mob per attirare il pubblico su di un determinato tema, e il teatro dell’oppresso del brasiliano Boal, quasi un teatro terapia, che attraverso la rappresentazione della condizione umana vuole contribuire alla sua elaborazione e al superamento e miglioramento di eventuali criticità per far emergere le specifiche potenzialità.

Il dott.Longo ha concluso con un auspicio per il futuro teatro, che non ha esitato a definire un’utopia, ovvero “il teatro legislativo”, che possa consentire, come è accaduto in piccole realtà, con efficacia, di fare le leggi senza un parlamento, ma dal coinvolgimento e dall’apporto di tutti i cittadini i quali, portando varie istanze, e interpretando ciascuno un ruolo, si giunge alla condivisione di una norma accettata universalmente.

Al termine della serata il dott. Alessandro Andreello presidente dell’Associazione Attive Terre, ha proceduto alla consegna degli attestati di partecipazione, personalmente consegnati dal Presidente del CSV Rovigo, dott. Lamberto Cavallari, appositamente intervenuto. Cavallari ha rivolto un breve saluto ai presenti complimentandosi per la qualità e l’efficacia dell’iniziativa.

Andreello, tracciando in sintesi il percorso formativo svolto,  ha concluso con un brindisi, dando appuntamento agli altri due momenti che chiuderanno l’attività: il primo è la rappresentazione della commedia di Cieco Grotto “il Thesoro” al cinema-teatro cittadino Politeama prevista per la sera di giovedì 28 maggio prossimo alle ore 21.00, a cura dei ragazzi del Laboratorio Teatrale Teatr(o)rbo, coadiuvati dal Prof. Sacchiero e dalla Prof. Aino i quali riproporranno ad Adria, l’allestimento dopo 20 anni dall’ultima rappresentazione, (l’ingresso sarà gratuito). Ulteriore appuntamento la Conferenza Finale di presentazione dei risultati del progetto Teatr(o)rbo, che si terrà, sabato mattina 06 giugno 2015, presso l’Auditorium Saccenti, in via Aldo Moro alle ore 10,00.

Le più lette