Bottrighe, festa di colori per i bimbi della primaria

adria pagina 15 buonaIl salone della scuola primaria “San Giovanni Bosco” di Bottrighe ha ospitato il dottor Antonio Boni, presidente del Gruppo sportivo Bottrighe ed alcuni componenti del Gruppo anonimo Bottrighe che hanno consegnato, nelle mani delle insegnanti e della rappresentante dei genitori Marika Binato, la somma di 150 euro quale premio del concorso “Un mondo di colori per un mondo a colori: Colora il tuo paese” indetto in occasione del Carnevale 2015.

Ad attenderli i cinquantasette alunni del plesso che hanno ricevuto i complimenti per l’eccellente lavoro di gruppo assieme a degli attestati per alcune produzioni personali segnalate dalla giuria e ad un gadget per ciascuno con una confezione di colori. Boni ha avuto modo di illustrare ai bambini l’operato che il Gruppo Sportivo svolge da oltre cinquant’anni in paese, invitandoli a partecipare alle diverse iniziative che vengono proposte e a tenere a cuore la loro scuola e le loro insegnanti quali “fonte di irrinunciabile insegnamento e segno della vitalità di Bottrighe”.

Per Rossano Cantelli direttore artistico del carro allegorico “Tripudio di colori” del Gruppo Anonimo “I vostri disegni hanno contribuito a dare nuova spinta ad un impegno che portiamo avanti ormai da anni, prima da genitori e adesso anche come nonni e che racchiude il senso del nostro stare insieme alimentando il sentimento di amicizia che ci lega, divertendoci”. Lo stesso ha poi rinnovato alla scolaresca l’invito ad una collaborazione più specifica per il prossimo anno con la disponibilità di lavorare con gli alunni per l’impiego della cartapesta.

Nonostante i momenti di difficoltà, questo connubio ha rappresentato per tutti uno spiraglio di speranza per il futuro. Il Gruppo Anonimo Bottrighe è nato come movimento di aggregazione maschile gio- vanile nel 1972, grazie all’intraprendenza ed al fervore di alcuni giovani del paese, con l’apertura anche a componenti femmi-nili. In breve raggiunge trenta aderenti. Di ispirazione cristiana, trova la sua guida spi- rituale nell’allora cappellano don Giordano Caberletti. Lo scopo dell’associazione, oltre al “piacere dello stare insieme”, è quello ricreativo. Vengono promosse infatti alcune iniziative all’avanguardia per quel periodo, come le commedie nel teatrino della scuola materna sotto la direzione del grande filodrammatico locale Tripoli Sambin, poi feste sull’aia a corte “Cantelli” con la musica rock, i tornei di pallovolo maschili e femminili, i “giochi senza frontiere”, mostre fotografiche ed altro. Con il sopraggiungere della maturità, all’interno del Gruppo, si sono formate alcune coppie che poi si sono sposate, altri hanno dovuto lasciare Bottrighe per motivi affettivi o di lavoro.

Nel 1991 il gruppo si ricompatta includendo i nuclei familiari di chi era rimasto in paese e ricomincia ad essere operativo, al fianco dei propri figli, con l’allestimento dei primi carri allegorici in occasione del carnevale, collaborando con il Gruppo Sportivo. Oggi l’associazione è presieduta da Monica Piombo.

Una realtà importante per il paese, con tante iniziative e idee estremamente positive.

 

di
Roberto Marangoni

Lascia un commento