Home Riviera del Brenta Riviera Est Gruppi di vicinato e più carabinieri contro il crimine

Gruppi di vicinato e più carabinieri contro il crimine

controllo del vicinatoSicurezza, ricette diverse dai comuni. Se a Mira gruppi di vicinato si allargano ad altre frazioni dopo l’esperienza positiva di Gambarare, a Pianiga il sindaco punta invece su un rafforzamento dell’organico delle forze dell’ordine. Ma partiamo da Mira, dove i gruppi di vicinato, infatti, sono nati per primi in provincia di Venezia a Gambarare. Ora si costituiranno anche nelle frazioni di Malcontenta e Marano con l’avvallo del Comune. Ad annunciarlo è stato direttamente il sindaco Alvise Maniero.

“Con una delibera – spiega Maniero – la giunta ha formalizzato il proprio sostegno alla costituzione dei comitati di controllo del vicinato. A Mira l’esperienza è stata avviata a Gambarare con l’adesione immediata di 70 famiglie. A dicembre 2014, il comitato si è costituito ufficialmente come “Comitato di controllo del vicinato di Gambarare–Molin Rotto”. A questo comitato partecipano ora oltre un centinaio di famiglie”. Altri comitati sono in fase di costituzione a Marano (dove si è già svolta un’assemblea pubblica) e a Malcontenta, frazione in cui si prepara di organizzare un incontro alla presenza degli amministratori e del comandante della polizia locale Mauro Rizzi”.

Il sindaco di Mira va nel dettaglio e traccia un quadro preoccupante sul versante dell’ordine pubblico nonostante i dati non siano così terrorizzanti. ”Siamo di fronte – spiega il primo cittadino di Mira – a una frequenza quasi quotidiana di episodi di microcriminalità, ed è inevitabile che sia diffuso un senso di preoccupazione e insicurezza, nonostante la presenza costante sul territorio delle forze dell’ordine. Per questo abbiamo subito guardato con favore, a queste iniziative dal basso, che non intendono sostituirsi alle forze di sicurezza, ma collaborare con loro per prevenire furti nelle abitazioni e vandalismi”. Ma non solo. “L’attività dei comitati di controllo del vicinato è importante per aumentare il senso di sicurezza, soprattutto nei confronti di minori e anziani. E, non ultimo, è uno strumento efficace di coesione sociale, che favorisce la creazione di rapporti di buon vicinato”.

Con la stessa delibera, la giunta mirese ha dato mandato all’ufficio tecnico e alla polizia locale di verificare i luoghi idonei per il posizionamento e l’installazione dei cartelli con la scritta “Zona controllo del vicinato”, così da creare un ulteriore elemento di sicurezza e di dissuasione. Infine va detto che è’ in preparazione un link nel sito comunale con informazioni utili ai fini della sicurezza, e anche i moduli per coloro che volessero costituire un nuovo comitato di controllo del vicinato. A Pianiga, dove nelle scorse settimane è stata organizzata una assemblea ad hoc sulla sicurezza, il sindaco Massimo Calzavara però non crede che la soluzione dei gruppi di vicinato sia quella migliore. ”Abbiamo notizie – dice – tutti i giorni di furti e assalti alle case, e c’è il rischio che la gente si faccia giustizia da sè. Fra i colpi compiuti a Pianiga, i più clamorosi sono stati al ristorante “La Capinera” e nelle aziende in via Po’. Ho scritto una lettera al ministro dell’interno Angelino Alfano per chiedere un potenziamento delle forze dell’ordine, soprattutto carabinieri nelle caserme”.

Un appello simile è stato lanciato anche dal presidente della conferenza dei sindaci di Campolongo Maggiore, Alessandro Campalto, che ha criticato pure la politica di soppressione delle caserme di paese. Le caserme dell’Arma, un tempo una in ogni paese avevano una grande funzione di deterrenza e questa funzione con la chiusura di tante strutture nel corso dei decenni, è venuta meno. Sono senza caserma dei carabinieri in Riviera i comuni di Fiesso d’Artico e Pianiga (che fanno riferimento a Dolo), Fossò (che fa riferimento a Vigonovo) e Campolongo (che è servito da Campagna Lupia). Ad Oriago la stazione di via Veneto è stata chiusa fra le proteste della gente e petizioni con migliaia di firme, oltre 3 anni fa.

di Filippo De Gaspari

Le più lette