Home Padovano Padova Nord Il centro anziani di Limena compie 20 anni

Il centro anziani di Limena compie 20 anni

limena sempregiovaniEra il 19 marzo 1995 quando l’allora amministrazione comunale approvava lo statuto sancitorio della nascita ufficiale del Centro Ricreativo e Culturale per gli Anziani di Limena, grazie all’opera di alcuni promotori che, un mese dopo, convocati dal Coordinatore Dino Bazzan, si riunirono per la prima Assemblea atta ad eleggere il Comitato di Gestione. L’operoso gruppetto di iscritti era composto da 24 persone, ma già al tempo erano chiare le intenzioni di coloro che diedero il via a quello che sarebbe diventato il punto di riferimento per le attività degli arzilli “sempre giovani” della comunità limenese.

“Il primo luogo di ritrovo degli iscritti era il Centro Sociale, l’ex cinema in piazza Diaz”, spiega Dino Scarso, Presidente del Centro Anziani, che continua: “Oggi il nostro fiore all’occhiello sono i 58 mila km percorsi nel 2014 per il trasporto di anziani e disabili, un servizio che offriamo in collaborazione con il Comune di Limena”. Scarso fa riferimento al lavoro dei 30 autisti volontari che l’anno scorso sono riusciti a compiere ben 1400 viaggi, con tre mezzi di proprietà ed uno in comodato d’uso dal Comune limenese, “Se arriva il contributo regionale abbiamo già messo a bilancio i soldi per comprarlo”, dice il Presidente con un sorriso di soddisfazione. Per il 12 settembre in Prà del Donatore è in cantiere una grande festa per celebrare la giornata dell’anziano in primis, ma soprattutto per brindare ai vent’anni di attività del Centro e i soci stanno già pensando ai preparativi.

Le idee sono molte, c’è il pranzo da organizzare, il gruppo musicale da chiamare e oltre a ciò rimangono tutte le infinite attività di cui il Centro si occupa: i “Pomeriggi Insieme” (momenti di approfondimento con esperti), le gare di bocce e di briscola, i soggiorni estivi in mare e in montagna, le lezioni di acquagym, le tante gite (a Giugno ad assistere all’infiorata di Spello e a visitare Assisi, a Settembre la gita al Lago Maggiore) e, quando avanza tempo, ci sono i pranzetti a base di Baccalà o di porchetta da imbastire. Ma non è finita, c’è anche il notiziario edito dal Centro e un gruppo teatrale composto da 15 persone chiamato “I Sempregiovani”, che quest’anno si esibisce nello spettacolo di Moliere: “Il Malato Immaginario”. “Ci divertiamo e ci teniamo impegnati, si lavora con passione, è tutto volontariato il nostro”. Infine, per omaggiare i vigorosi ottantenni dell’importante traguardo raggiunto, il Centro Anziani è solito regalare una pergamena e un sigillo del Centro, rappresentato da una fusione in bronzo.

Di
Nicol Stefani

Le più lette