Home Rodigino Adria Polesine in bici, il progetto per allacciare le ciclabili

Polesine in bici, il progetto per allacciare le ciclabili

ciclabiliE’ stato presentato lo scorso 28 marzo da Consvipo il progetto per la valorizzazione degli itinerari turistici “Un Po in bici”. Un’iniziativa senza dubbio lodevole che sfrutta le risorse paesaggistiche che non mancano nel territorio unendo percorsi ciclabili già esistenti a percorsi paesaggistici ritrovati il più lungo dei quali sarà di 140 km. Una rete di percorsi unici nel loro genere come unico è il paesaggio che il Po, con tutta la fauna e flora correlata, regala e che merita di essere esplorato al meglio e conosciuto in tutte le sue sfaccettature.

Il progetto, realizzato da Consvipo, del costo complessivo di 360mila euro di cui 279mila provenienti da un finanziamento del ministero dell’ambiente, mira alla consapevolezza del territorio proprio attraverso gli spostamenti in bicicletta che, attraverso questi percorsi coinvolgeranno 11 comuni. Un tragitto che segue le due più importanti arterie fluviali della regione ossia il Po e l’Adige che in queste aree rappresentano il carattere principale che ha forgiato il territorio e continua a renderlo particolarissimo traducendo il territorio in una meta ideale per il bike tourism e all’avanguardia tanto che il sottosegretario Degani ha segnalato la sua volontà di portare il progetto come esempio all’Expo 2015.

“Un Po di bici” porterà alla creazione di una rete che permetta di noleggiare e utilizzare 77 biciclette elettriche con pedalata assistita che potranno essere prelevate all’interno di 11 stazioni di noleggio (antivandali) posizionate all’interno del territorio di altrettanti paesi. Ogni stazione sarà dotata di 8 postazioni per biciclette a noleggio e 7 per bicilette in dotazione al ciclista. Per prelevare le biciclette ogni utente dovrà esser dotato di una smart card che, avvicinata alla colonnina dove si trova la bici, potrà permettere di prendere in custodia il mezzo a pedali. Un evoluto sistema di bike sharing che permetterà al Polesine di collocarsi fra i più suggestivi ed attrezzati percorsi ciclabili.

di
Martina Celegato

Le più lette