Home Veneziano Cavarzere Rampa a Rottanova, ancora nulla di fatto

Rampa a Rottanova, ancora nulla di fatto

rampa-rottanovaContinua a far discutere la vicenda della rampa crollata di Rottanova. Mentre il sindaco e l’assessore Sacchetto si sono attivati con la Regione per trovare fondi, insorge il loro avversario Pier Luigi Parisotto, che definisce la situazione inverosimile.

Il capogruppo di F.I. spiega come già nel 2011 la rampa di accesso che dal canale Gorzone consen- tiva l’entrata a Via Coette per recarsi al cimitero, aveva iniziato a dare i primi segni di cedimento e fu allora che la sua giunta prese contatto con i dirigen- ti del genio civile regionale di Este/Padova che si erano resi disponibile a collaborare per ricercare una soluzione tecnica e finanziaria, al fine di scongiurare disagi e danni maggiori ai cittadini.

“Nel giugno 2011 – prosegue Parisotto – questo fascicolo fu lasciato in mano al sindaco Tommasi e alla sua giunta come molti altri, ma purtroppo sono passati inutilmente quasi 4 anni e la rampa nel frattempo è crollata totalmente e di soluzioni concrete non se ne intravedono”.

Di recente molti cittadini di Rottanova sono intervenuti nell’incontro pubblico con la giunta e il sindaco per approfondire la situazione; il sindaco ha parlato alla cittadinanza della richiesta avanza- ta alla regione di un finanziamento straordinario di 100 mila euro. Altre soluzioni paventate: un emendamento al bilancio, oppure la concessione di un’antenna telefonica.

“Non costa nulla promettere! – esclama Parisotto che prosegue: “tutte cifre comunque insufficienti, in
quanto l’ipotesi di spesa è di circa il doppio. Sindaco e assessore Sacchetto dicevano le stesse cose solamente 5 mesi fa, in un consiglio comunale, davanti a decine di cittadini accorsi in massa per protestare contro lo stato di abbandono della loro frazione, chiudendo l’incontro con la dichiarazione solenne

di Sacchetto che annunciava entro Natale 2014 la soluzione al problema rampa. Non ci resta altro che confidare nel Natale che verrà!” Ma le brutte notizie per la frazione purtroppo non finiscono qui, perché la giunta Tommasi dovrà trovare anche altri 90 mila euro se vorrà avviare la sistemazione del cimitero della frazione, che attende soluzioni dal 2012.

Inoltre la giunta Tommasi, tramite l’assessore all’Istruzione Paolo Fontolan, ha annunciato che dal prossimo anno scolastico 2015/16 non ci sarà più il servizio di asilo parrocchiale per la frazione ed è a forte rischio anche l’unica pluri-classe della scuola elementare, per la mancanza di iscrizioni.

“Veramente una “bella serata” per Rottanova- commenta Parisotto – che però si potrà consolare con il proprio consigliere di maggioranza, il maestro Garbin Romano Angelo, che essendo stato molto impegnato su facebook in questi 4 anni, almeno ha tenuto alto il nome di Rottanova, soprattutto sulle cronache nazionali di giornali e telegiornali”.

“Questo continuo doppio atteggiamento, sia del sindaco Tommasi quanto dell’assessore Sacchetto, che a distanza di quattro anni non sono riusciti a risolvere nessun problema a Rottanova, con la sempre verde scusa di mancanza di soldi, dimostrano scelte politiche diverse fatte da questa maggioranza di sinistra, che ha destinato le già poche risorse disponibili per sistemare la rampa (stimate allora in 50/60 mila euro) per fare altre cose, come costose feste estive in piazza (20/30 mila euro ogni anno), per distruggere Via dei Martiri (quasi 400 mila euro) o peggio ancora per aumentarsi lo stipendio del 30%, complessivamente circa 30 mila euro all’anno dal 2013, o le decine di miglia di euro sprecati per la pessima gestione del verde nell’anno 2014”.

di
Melania Ruggini

Le più lette