Home Rodigino Templari, cavalieri di solidarieta’: beneficenza dopo il terremoto

Templari, cavalieri di solidarieta’: beneficenza dopo il terremoto

templari solidarietàI cavalieri templari sono tornati. Ma qui il medioevo e la terrasanta non c’entrano. La Nova militia Christi di Rovigo, piuttosto, è intervenuta concretamente a portare solidarietà a una sessantina di famiglie della parrocchia di san Giovanni Battista, nel Mantovano: il teatro della beneficenza pasquale dei mantellati è stato il paese di Moglia, uno dei tanti duramente colpiti dal sisma del 2012. Ai danni del terremoto, poi, ci sono da aggiungere i problemi economici dovuti alla crisi.

E’ stato il precettore del capoluogo rodigino, Raffaele Mautone, a spiegare che “in occasione della santa Pasqua, l’ordine ha portato 5mila euro in generi alimentari alle tante famiglie che nella provincia confinante sono state doppiamente vittime della calamità naturale e della recessione. L’ordine è da sempre in avanscoperta nel sostegno delle fasce più deboli della società”.

E, a chi crede che fare il cavaliere sia facile, Mautone aggiunge: “Prima di indossare la sopravveste bianca con il caratteristico stemma, la croce rossa, i volontari vengono coinvolti in un percorso di formazione nel quale vengono verificate le loro qualità. Al momento l’ordine cittadino è composto da una ventina di componenti, un centinaio in tutto il Veneto. Ma il nostro scopo non è quello di essere in tanti; piuttosto, di essere degni delle insegne e ricchi di fede”. Intanto, a maggio verrà organizzato un Capitolo generale a Rovigo per la nomina di 10 nuovi cavalieri.

Le più lette