Vigonovo: “Donazione degli organi nella carta d’identità”

carta identitàIscrizione nella carta d’identità dell’espressione di volontà alla donazione degli organi. La proposta, tramite un’interrogazione, è stata fatta nelle scorse settimane da Rossano Moressa, consigliere comunale della lista “Insieme Salviamo Vigonovo”. “A fronte di un’alta professionalità nel trapianto di organi – scrive Moressa – l’Italia fatica a far fronte alle richieste di organi e le liste di attesa per i trapianti crescono con il crescere della capacità di intervenire”.

Viene poi spiegata la legislazione. “In Italia sino al 2010 – prosegue – la volontà di donare gli organi poteva essere espressa dagli interessati solo agli sportelli delle Ulss, attraverso l’Admo, oppure portando unitamente al documento d’identità una dichiarazione di volontà alla donazione. Con l’obiettivo di favorire la raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi, il decreto legge 30 dicembre 2009 n.194, coordinato con la legge di conversione 26 febbraio 2010 n.25 – il cosiddetto “Milleproroghe” – ha stabilito che la carta d’identità possa contenere la dichiarazione della volontà o meno del cittadino a donare i propri organi”. Sul tema della donazione è stato inoltre messo in cantiere un nuovo progetto.

“Nel marzo del 2012 – racconta Moressa – è stato avviato il progetto denominato “Ccm – La Donazione Organi come Tratto Identitario”, per la sperimentazione delle procedure di raccolta delle dichiarazioni dei cittadini al momento della richiesta o rinnovo della carta d’identità e conseguente registrazione nel Sistema Informativo Trapianti. La sperimentazione è stata messa a punto dalla Regione Umbria con Federsanità e Anci, attraverso interventi di informazione e sensibilizzazione, e ha portato numerosi comuni ad attivare le procedure di raccolta delle dichiarazioni dei cittadini al momento della richiesta o rinnovo della carta d’identità. Dove il sistema è partito, si registra un 30% di indicazioni espresse, con un 90% di favorevoli alla donazione degli organi”.

Moressa chiede che il comune di Vigonovo attui la stessa procedura. “Riconosciuti l’altissimo valore morale e sociale dell’iniziativa – spiega – ed i benefici pratici di immediatezza operativa che ne potranno derivare, si chiede all’amministrazione comunale di valutare l’opportunità di adottare i necessari provvedimenti per permettere che anche i cittadini di Vigonovo possano esprimere la volontà alla donazione degli organi al momento della richiesta o rinnovo della carta d’identità. Si chiede al sindaco di farsi promotore di analoga proposta in seno alla Conferenza dei Sindaci dell’Ulss 13”.

di Giacomo Piran

Lascia un commento