A Martellago una raccolta di firme contro i profughi

profughiMartellago disponibile, in caso di emergenza, a ospitare un massimo di 6 immigrati, componenti di uno o due nuclei familiari e composti da padre, madre e figli, in strutture private. Questa la decisione del Consiglio, dopo la bocciatura della mozione presentata da Moreno Bernardi (Un comune per tutti) di dire no alla possibilità di avere gli immigrati nel territorio.

Ha scatenato polemiche, tanto che la neonata civica “Noi con Martellago Maerne Olmo” propone una raccolta firme per dire no alla possibilità di avere i profughi nel comune con il foglio disponibile in alcuni negozi del territorio. Il Movimento 5 Stelle ha preferito astenersi al momento del voto. “Chiedo che il Consiglio – osserva Bernardi – dia parere negativo all’accoglienza adesso e in futuro. Lo Stato dovrebbe darsi da fare con l’Europa perché i campi profughi siano creati nelle zone di guerra. Diciamo basta, perché anche chi aveva pazienza, ora non ne ha più. Il parlamentino dica no, informi il prefetto e chieda più forze dell’ordine invece dei profughi: si rischia di aumentare il problema sicurezza”.

Dello stesso avviso Gianfranco Pesce (Misto). “Non si può andare avanti così – aggiunge – e v’invito ad ascoltare il parere della gente”. La seduta si è fatta calda, con i due del Pd Alessandro Zanuoli e Giancarla Marcato, interrotti da una parte del pubblico nel loro discorso. “Si elogiano i sindaci che dicono no agli immigrati – spiega il primo – ma poi tagliano i servizi e penalizzato le famiglie”. Per il sindaco Monica Barbiero non ci sarà alcuna invasione. “Con i miei colleghi – rassicura – abbiamo detto al prefetto che non possiamo affrontare questo problema da soli. L’Europa dovrebbe avere una funzione più solidaristica. Non abbiamo strutture pubbliche idonee per ospitare queste persone, ma al massimo cinque-sei, facendo da tramite con le cooperative per individuare delle possibili sistemazioni in luoghi privati”.

di
Alessandro Ragazzo

Lascia un commento