Home Veneto Cultura e spettacoli Aquae: al via i convegni scientifici, si parte con la fondazione Veronesi

Aquae: al via i convegni scientifici, si parte con la fondazione Veronesi

aquaeInizia oggi, 6 maggio, il programma culturale di Aquae Venezia 2015, evento di Expo Venice collaterale a Expo2015, all’interno del ciclo d’incontri “Pianeta Vita”, i cui altri appuntamenti si terranno a giugno e ottobre.

Al centro delle due giornate promosse dalla Fondazione Umberto Veronesi saranno affrontati i temi legati al fabbisogno di acqua nell’agricoltura e approfondite le conseguenze socio-economiche associate all’imminente aumento della richiesta di cibo, sostenuti dalle esperienze di relatori di fama internazionale, quali Channapatna Prakash, Professore di genetica delle piante, biotecnologia e genomica, Tuskegee University (US); Harald von Witzke Professore e Presidente International Agricultural Trade and Development, Humboldt – Universität zu Berlin (DE); Prabhu Pingali, Professore e Direttore, Tata-Cornell Agriculture & Nutrition Initiative, Cornell University (US); Dani Zamir, Professore, Facoltà di Agricoltura, The Hebrew University of Jerusalem (IL); François Tardieu, Direttore di Ricerca, Ecophysiology Laboratory of Plants under Environemental Stress, INRA Montpellier (FR).

“Abbiamo bisogno di cibo sufficiente per tutti, nutriente e sicuro” – sintetizza Chiara Tonelli, prorettore alla Ricerca e professore di genetica all’Università degli studi di Milano. – “Da qui l’importanza della ricerca perché non possiamo aumentare la superficie coltivabile se non vogliamo deforestare ancora e quindi impoverire il pianeta”.
“Dobbiamo semplicemente copiare dalla natura – aggiunge – Nel corso dei secoli abbiamo selezionato i pomodori migliori, le zucchine migliori, le arance migliori. Adesso nessuno di noi sarebbe più in grado di mangiare una mela o una arancia selvatica e anche il pomodoro selvatico ci appare non commestibile. Che cosa significa questo, che copiando la natura, che modifica geneticamente i suoi frutti, aggiungendo o togliendo geni, possiamo produrre meglio e per tutti.”

L’iniziativa, prevede un biglietto d’ingresso di € 100 per i due giorni – complessivo di visita ad Aquae – ma per docenti e studenti delle università di Venezia Ca’ Foscari e IUAV è gratuito.