Chi vincerà le elezioni in Veneto? La partita è aperta 

elezioniIn questi giorni è caccia alle preferenze per l’esercito di candidati consiglieri che per essere eletti hanno bisogno che sulle schede venga espresso il loro cognome. E non sarà facile capire dove scriverlo vista la scheda che gli elettori si troveranno davanti in cabina elettorale. Sarà una maxi scheda visto che a correre per la carica di presidente in Veneto saranno in 6 con relative liste proprie e altre liste d’appoggio. Luca Zaia, governatore in carica, cerca la riconferma sostenuto da Lega e Fi. Flavio Tosi, sindaco leghista di Verona, corre con una lista propria. Alessandra Moretti è la candidata del centrosinistra; Iacopo Berti quello del M5S. Gli altri sono Alessio Morosin di Indipendenza Veneta e Laura Di Lucia Coletti per la lista L’Altro Veneto.

Ma nel quadro veneto conterà tantissimo anche chi governerà la città di Venezia, presto città metropolitana. Sono 10 i candidati sindaco per le comunali a Venezia. Dopo 10 mesi di commissariamento, Ca’ Farsetti tornerà ad avere una guida politica che dovrà vedersela con un bilancio comunale su cui gravano diversi milioni di debiti: Bellati, Brugnaro, Busetto, Casson, D’elia, Fiore, Pizzo, Scano, Seibezzi e Zaccariotto.

Le elezioni cadono in un momento di particolare disaffezione verso l’amministrazione locale: quasi tutti gli istituti di sondaggi rilevano che rispetto a cinque anni fa la fiducia dei cittadini è più che dimezzata. Come sempre l’esito delle urne avrà ripercussioni anche sul quadro politico. Si misurerà la forza di Renzi, in primo luogo, che spera in un successo per arginare la dissidenza interna la suo partito.

Oltre che in Veneto si rinnoveranno i consigli regionali in Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Campania e Puglia, e in oltre mille Comuni, tra cui 20 città capoluogo. Spiccano per importanza Venezia, Aosta, Trento e Bolzano. Saranno complessivamente quasi 23 milioni gli italiani chiamati a votare.

 

di
Maria Pavan

Lascia un commento