“Ecopunti”, a Spinea più risparmi per chi ricicla

risparmiD’ora in poi, gli sconti in negozio arriveranno grazie ai comportamenti sostenibili. La novità si chiama “Ecopunti” ed è stata introdotta dalla rete di comunicazione ambientale Achab Group, con Confesercenti, le associazioni Amici del Graspo de Ua e Commercianti Artigiani Orgnano, Veritas, Associazione Artigiani, Pro Loco, e il Comune.

L’obiettivo è coniugare sostenibilità ambientale e sociale con aiuti alle famiglie e al commercio locale. Aderire è semplicissimo: basterà conferire i rifiuti riciclabili all’ecocentro, oppure essere iscritti a una delle associazioni di volontariato riconosciute dal Comune, o ancora partecipare al Pedibus, usare le casette dell’acqua al posto dell’acqua in bottiglia, fare il compostaggio domestico o frequentare la biblioteca comunale. Ognuno di questi comportamenti verrà premiato con degli “ecopunti”, caricati direttamente sul codice fi scale e trasformati in “ecosconti” da spendere nei negozi del circuito aderente, riconoscibili da apposite vetrofanie. Un regolamento disciplinerà i punti legati a ogni azione sostenibile premiata e si potrà sempre controllare il proprio “monte-ecopunti”.

Gli “ecosconti” saranno buoni cartacei rilasciati dagli operatori dell’ecocentro o potranno essere stampati in municipio, basterà portare con sé la propria tessera sanitaria o codice fiscale. Ma quanto varrà ogni singolo comportamento virtuoso? Aderendo ad associazioni di volontariato in città si totalizzeranno, per esempio, 240 punti l’anno, prendere in prestito un libro in biblioteca porterà a ottenere 50 punti a libro, usare le casette dell’acqua, 600 punti. Effettuare il compostaggio domestico varrà ben 1200 punti, partecipare al Pedibus, 600 e così via. Ogni 200 punti totalizzati, si avrà diritto a un “ecosconto”, che corrisponde a un euro di risparmio nei prodotti e servizi in vendita nei negozi del circuito. Già attivo il portale informativo spinea.ecopunti.it.

di
Filippo De Gaspari

Lascia un commento