Home Veneziano Cavarzere Il sindaco di Cona: “Donate il 5 per mille al Comune”

Il sindaco di Cona: “Donate il 5 per mille al Comune”

 

sindaco conaMentre l’esercizio finanziario del 2014 riporta un avanzo di oltre 333.000 euro il sindaco, Alberto Panfilio lancia un appello alla sua comunità in concomitanza col periodo in cui si presentano le dichiarazioni dei redditi. E chiede ai propri concittadini di donare il 5 per mille al Comune perché non ci sono, praticamente, più risorse da destinare al sociale. Ai cittadini la donazione non costa nulla, perché si tratta di denaro prelevato dal fondo delle tasse pagate dagli italiani e distribuito tra tutte le associazioni che hanno i requisiti per riceverlo. L’appello è dunque diretto a tutta la popolazione per dare una mano al proprio Comune.

Nel frattempo Intesa per Cona, lista civica di minoranza, opta per la diminuzione delle indennità a partire dal primo cittadino. La soluzione è motivata da un dato inconfutabile: la diminuzione della popolazione locale. Fin dallo scorso anno, la popolazione del comune di Cona è scesa sotto i 3.000 abitanti. “Di conseguenza – spiega Antonio Bottin, capogruppo della civica – si dovrebbero rivedere i costi della politica locale. Infatti le norme del Ministero del Tesoro, contenute nel Decreto del 4 Aprile 2000, prevedono che per i comuni da 1.001 a 3.000 abitanti l’indennità di sindaco risulti pari a circa 1.450 rispetto ai 2.170 lordi per i comuni con popolazione dai 3.001 ai 5mila abitanti”.

Intesa per Cona motiva la sua proposta, evidenziando che essa incontrerebbe di certo il favore della popolazione, costretta quotidianamente a fare i conti con una crisi economica che sembra non voler mollare. “Vista la criticità economica rappresentata in tutte le occasioni pubbliche da parte del sindaco Alberto Panfilio, con delega anche al bilancio, si spera in un adeguamento delle indennità, ovvero in una loro diminuzione conformemente alla decrescita degli abitanti, in tempi brevi e prima dell’approvazione del bilancio di previsione 2015, in modo da garantire un risparmio per i cittadini stimato in 10mila euro annui, in quanto tale aggiornamento prevede altresì la riduzione dei compensi a vicesindaco, assessori e consiglieri comunali”. Intesa per Cona rende infi ne noto che, come già annunciato nel giugno dello scorso anno, il suo gruppo consiliare si è reso disponibile alla rinuncia del gettone di presenza per la partecipazione alle sedute consiliari e alle commissioni.

di
Melania Ruggini

Le più lette