Montagnana. Nuova vita per piazza Trieste e Castel S. Zeno

montagnana festivalE’ un restyling importante quello inaugurato a metà aprile dall’amministrazione comunale: grazie ad un investimento di 259 mila euro, il Comune ha messo mano all’area che gravita attorno a piazza Trieste e a Castel San Zeno.

Il primo intervento è quello toccato all’arena Martinelli-Pertile. Lo spazio per spettacoli e concerti è stato dotato di una nuova struttura di copertura in ferro, che ora garantisce piena protezione da sole e pioggia per il palco. L’arena è stata quindi ripulita da piante, muschi e intonaci cadenti. Il cantiere si è inoltre allargato ai locali che si trovano sotto le gradinate frontali, da sempre utilizzati come magazzini e depositi. Il ripristino di servizi igienici e dell’impiantistica ora rendono fruibili questi spazi anche per le associazioni locali. E’ stata inoltre rimessa a nuovo pure la sala “Ex Costantin Pavan”: si va dal serramento d’ingresso all’impianto di riscaldamento e condizionamento, passando per una dotazione multimediale che di fatto hanno trasformato la stanza in un nuovo spazio per eventi pubblici. Notevole è anche l’intervento pensato per l’ingresso alla Corte d’armi del castello.

E’ stato innanzitutto restaurato il ponte che collega la piazza alla Corte, realizzato nel 2007 e ormai troppo consumato da utilizzo ed eventi meteorologici. E’ stata quindi riqualifi cata l’area sotterranea, che ospita i piloni delle campate di quello che doveva essere un ponte realizzato in epoca rinascimentale. La vetrata d’accesso è stata sostituita da una porta grigliata, è stato ripristinato l’impianto di aerazione, sono stati ripuliti gli spazi dalle erbe infestanti, è stato potenziato l’impianto elettrico e sono stati installati anche dei pannelli descrittivi che illustrano la storia del ponte e della piazza. L’investimento totale è stato coperto quasi interamente dal Gal Bassa Padovana, che ha dirottato nelle casse comunali 229 mila euro. La serie di interventi è stata inaugurata durante il “Montagnana Festival”, alla presenza di numerose autorità, a partire dal sindaco di Padova Massimo Bitonci.

Nell’occasione il sindaco Loredana Borghesan ha lanciato una proposta di collaborazione al collega patavino, che ha mostrato peraltro disponibilità alla richiesta: “Montagnana è città medievale e Padova ha una quantità notevole di reperti bellici dell’epoca, spesso stipati in qualche sotterraneo e comunque non fruibili dal pubblico. Si potrebbe avviare un legame che porti questi oggetti nella nostra città, dando vita ad una sorta di esposizione permanente che dia lustro a Padova e allo stesso tempo un’offerta turistica più forte per la nostra città”. La cittadina murata, nei giorni del festival, ha ricevuto la visita dei vertici dell’associazione “I Borghi più belli d’Italia”, che ha confermato il potenziale della cittadina nell’ambito turistico del Nord Italia.

Nicola Cesaro

Lascia un commento