Home Padovano Bassa Padovana Nuova area commerciale di Monselice, è polemica

Nuova area commerciale di Monselice, è polemica

monselice centro commerciale progettoSorgerà a Monselice una nuova area commerciale con tanto di Famila e McDonald’s. O almeno così dovrebbe essere perché l’idea ha fatto infuriare buona parte della politica e i piccoli commercianti che operano sotto la Rocca. Il nuovo centro dovrebbe sorgere in via Colombo, in un’area commerciale approvata dall’amministrazione comunale con il recente Pua.

Le previsioni, infatti, contemplano tre grandi corpi di fabbrica per la zona di nuova costruzione che dovrebbe sorgere a ridosso dell’ortofrutta Boaretto. Il primo sarebbe quello per il nuovo ipermercato della catena Famila: 2.500 metri quadri di superficie di vendita. Davanti a questa struttura commerciale è previsto un parcheggio molto ampio, da 1.500 metri quadri. Sul lato opposto, invece, ci sono altre due strutture. Ma resta uno scoglio non da poco: per realizzare il mega centro servono i fi nanziamenti che la crisi odierna non renderà certamente facili da trovare. Nel Pua è previsto, per la struttura in posizione più arretrata rispetto alla strada regionale, una destinazione a bar ristorante: è qui che dovrebbe sorgere un McDonald’s.

L’altro stabile, sul davanti, potrebbe invece essere destinato a ortofrutta. Tra le prescrizioni stabilite nel Pua, le nuove costruzioni non potranno superare l’altezza massima di 13 metri, con non più di quattro piani fuori terra. Inoltre tutte le aree esterne dovranno essere sistemate a giardino o a parco alberato. Verde e parcheggi saranno almeno il 40% della superfi cie. Essendo la zona perequata di 35.000 metri quadri, saranno circa 14.000 metri quadrati. Il nuovo comparto prevede anche opere sul piano della viabilità. All’insediamento commerciale si accederà da una nuova rotonda, di forma ovale, costruita lungo via Colombo.

È poi prevista una strada con marciapiede, che si inoltra tra il Famila da una parte e gli altri edifi ci dall’altra. La nuova strada sbucherà su una seconda rotonda, più piccola, per fare quindi una “elle” e andare a unirsi all’attuale rondò di via Vittorio Veneto, sul retro di Monselice Uno. “Di tutta questa operazione urbanistica non c’è un passaggio che sia corretto e lineare – ha commentato Francesco Miazzi per il gruppo Nuova Monselice – Il risultato di questa operazione sarà il rischio di chiusura di molte attività già operanti nel territorio”.

Emanuele Masiero

Le più lette