Home Veneziano Miranese Nord Nuova illuminazione pubblica a Martellago

Nuova illuminazione pubblica a Martellago

illuminaz martellagoOrmai ci siamo quasi per cominciare a mettere mano all’ illuminazione pubblica del comune di Martellago. Arriva, infatti, il primo tassello, dopo che la ditta Fusaro Impianti di Adria si è aggiudicata l’appalto, e il cantiere aprirà a maggio. Il costo totale previsto è di 170 mila euro, che all’azienda saranno corrisposti in otto rate annue, per un canone per 21.959,75. Si deve, però, raggiungere la soglia di risparmio energetico ad almeno il 40 %, perché poi con questi fondi risparmiati il Comune investirà nelle altre fasi in programma nei prossimi mesi, perché un po’ alla volta dovranno essere cambiati i punti più vecchi e che garantiscono pochi risparmi.

Visto il genere di finanziamento, il Comune non ha potuto partecipare a un bando indetto dalla Regione in scadenza lo scorso 31 ottobre. La giunta ha scelto di usare la parte corrente della spesa, mentre per concorrere all’iniziativa di Palazzo Balbi avrebbe dovuto sovvenzionare per intero tutta l’opera. Martellago può permettersi poco più di un milione di euro di spesa in conto capitale da destinare alle opere pubbliche, e questa voce è andata alla sistemazione della piazza del centro di Maerne. Cambiare le luci è uno dei lavori più attesi e di cui molto se n’è parlato nelle ultime settimane, anche negli incontri pubblici sulla microcriminalità, e pensati durante il tavolo della sicurezza, dov’è intervenuto, tra gli altri, il comitato Martellago Sicura.

Il programma delle prossime settimane è sostituire 380 delle attuali lampade a vapori di mercurio, gran parte in zone centrali, e metterne di altrettante a led, ovvero a risparmio energetico. Si inizierà con le vie Friuli, Veneto, Lazio, Cazzari a Martellago, si proseguirà con le vie Moro, Roviego, Manzoni a Maerne, ma anche le vie Selvanese e Dosa a Olmo. Il servizio comprende anche, per tutta la durata del contratto, di sostituire in garanzia tutti i componenti difettosi, assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria dei nuovi elementi installati.

di
Alessandro Ragazzo

Le più lette