Home Veneziano Cavarzere A Cavarzere i profughi non godono di particolari privilegi

A Cavarzere i profughi non godono di particolari privilegi

municipio cavarzere 2Da mesi si vocifera che il Comune darebbe una maggiore assistenza alle famiglie extracomunitarie anche in merito ai sussidi e aiuti nel sociale. Anche negli incontri pubblici con il primo cittadino alcune persone avrebbero chiesto spiegazioni in merito. A tal proposito il sindaco Henri Tommasi precisa che si tratta di voci non veritiere e spiega che nei confronti delle famiglie in difficoltà si fanno sempre delle attente verifiche e poi si cerca di dare una mano concreta, sia che si trattti di italiani che stranieri. Per smentire le voci il sindaco porta un dato incontrovertibile: nell’anno 2014 le famiglie cavarzerane hanno beneficiato del doppio degli aiuti rispetto alle famiglie extracomunitarie. Altro dato che il sindaco smentisce sono i famosi 30 euro che il Comune darebbe come sussidio giornaliero alle famiglie straniere: “non abbiamo nemmeno le risorse economiche per farlo”.

Inoltre, Tommasi specifica che “in materia di accoglienza nei confronti degli extracomunitari, il Comune non dispone di strutture idonee per ospitare e accogliere queste persone”. E arriviamo alla lettera scritta dal primo cittadino e spedita il 25 maggio al comandante della Polizia locale Salvatore Salamone. Nel documento si legge: “Negli ultimi anni la presenza di cittadini extracomunitari nel territorio di questo comune si è radicata e consolidata, in particolare con riguardo alle etnie di nazionalità cinese, a quelle relative ai paesi dell’est europeo ed a quelle magrebine. Molti dei cittadini extracomunitari di cui sopra sono ben integrati e sono già soggetti ai controlli degli organi a ciò istituzionalmente preposti”. Il sindaco ci tiene a precisare che le varie comunità di cinesi, marocchini, albanesi, vivono da anni nel territorio e hanno un buon rapporto con la cittadinanza locale, per cui non si sono mai verificati grossi problemi.

Anzi, qualche anno fa, in rapporto al tragico annegamento dei ragazzi marocchini, ci sono stati episodi di solidarietà e aiuto da parte della comunità straniera. Tuttavia, di fronte all’ondata importante di profughi che arrivano dalle coste africane il sindaco chiede maggiori controlli per tutelare la comunità locale e per tranquillizzare la popolazione. Pertanto nella lettera si chiede al comando di Polizia locale, al fine di garantire la regolarità del soggiorno sul territorio del comune di Cavarzere di tutti i cittadini extracomunitari, di procedere ad attivare ulteriori servizi volti al monitoraggio e controllo del fenomeno immigratorio. Il comando provvederà a trasmettere periodicamente al sindaco una relazione in ordine all’attività di servizio svolta ed agli esiti della medesima.

di

Melania Ruggini

Le più lette