Home Padovano Bassa Padovana A Montagnana una nuova pista di enduro per liberare i colli

A Montagnana una nuova pista di enduro per liberare i colli

mont pista enduro2La nuova pista di enduro della città murata è realtà. Lo scorso 25 maggio il Motoclub del Montagnanese e l’amministrazione comunale hanno tagliato il nastro del nuovo impianto: quasi 100 mila metri quadri di superficie, un tracciato lungo oltre 4 chilometri, 6.500 camion di terra movimentati e un investimento da 600 mila euro che raddoppierà entro pochi mesi.

Il circuito di enduro si trova in Palù, calato nel crossodromo del motoclub locale: si affianca dunque all’ormai storica pista da motocross e, a detta del club della città murata, si conferma come unica pista “pura” da enduro di tutto il Veneto. Tecnicamente parlando, il nuovo circuito si sviluppa su 99.500 metri quadri ed è lungo 4.300 metri. Numeri importanti, così come è notevole la valenza di questo impianto: “Non esiste una pista simile in tutta la regione – spiega Francesco Loro, anima del motoclub locale – visto che questa è stata progettata e realizzata proprio per essere destinata esclusivamente a questa specialità”. Finora gli amanti della dueruote enduro avevano come punto di riferimento il circuito di Lendinara, a cui inevitabilmente la struttura montagnanese sottrarrà “clientela”.

Rispetto alla pista da motocross (1.870 metri di percorso), il circuito di enduro è più lungo e meno accidentato: “L’enduro è simile al motocross, solo che il mezzo in questo caso è omologato anche per viaggiare in strada – continua Loro – Molti appassionati della zona, in assenza di una pista, si riversano sui Colli Euganei, dove la corsa attraverso i sentieri è vietata: il nostro impianto vuole essere un’alternativa a questo e siamo sicuri che la nostra attività gioverà anche alla manutenzione dei sentieri collinari, togliendo qualche endurista dai colli”. Per realizzare il circuito, il motoclub ha speso ben 600 mila euro, nella speranza ovviamente che l’utenza faccia ritornare il corposo investimento: altri 600 mila serviranno nei prossimi mesi per dotare l’impianto di nuovi servizi e fabbricati, oltre che di un’area parcheggi aggiuntiva.

Per questo secondo stralcio di interventi, dalla Regione Veneto sono arrivati 480 mila euro. Continua Loro: “L’utenza non manca: crediamo che la pista possa diventare importante per gli appassionati veneti della disciplina”. Il terreno su cui nasce la pista è stato concesso dal Comune di Montagnana, che per realizzare questo “Parco sportivo del Palù” – come viene uffi cialmente chiamata l’area – ha stretto una convenzione con il Motoclub del Montagnanese. La cerimonia di apertura dell’impianto ha visto la presenza dell’assessore regionale Massimo Giorgetti, del presidente veneto del Coni Gianfranco Bardelle e del sindaco Loredana Borghesan. La pista è aperta solamente in orari diurni, il sabato pomeriggio e l’intera giornata di domenica.

di

Nicola Cesaro

Le più lette