Home Rodigino Adria Attive Terre: Teatr(o)rbo

Attive Terre: Teatr(o)rbo

attive terreE’ iniziata con Cosetta Pellegrini, Presidente del Consiglio d’Istituto del Liceo Bocchi-Galilei, nel ruolo di presentatrice d’eccezione l’attesa serata per l’evento conclusivo del Laboratorio Teatrale TEATR(O)RBO al Cinema Teatro Politeama di Adria, per la rappresentazione della commedia di Luigi Groto “THESORO”. Evento che si è reso possibile grazie al generoso contributo di uno sponsor adriese: Bancadria

Dopo un breve preambolo introduttivo, hanno fatto seguito i saluti di benvenuto ai numerosi presenti dal presidente dell’Associane ATTIVE TERRE che ha promosso e condotto l’intero progetto, dott. Alessandro Andreello, contribuendo alla valorizzazione della figura del Cieco di Adria, lungo un percorso di riscoperta, delle sue tradizioni e di definizione dell’identità territoriale. Si è trattato del coronamento della prima azione del progetto, promosso dall’Associazione genitoriale di volontariato, con il patrocinio del CSV, del Comune di Adria, del Liceo Bocchi-Galilei e del Polo Tecnico.

La parola è poi passata al professor Vittorio Sacchiero e alla professoressa Isabella Aino, che hanno guidato i ragazzi del Liceo e del Polo Tecnico, nell’attività laboratoriale che ha portato alla rappresentazione che si è tenuta nuovamente ad Adria, dopo centinaia di anni dalla prima, fatta nel 1580. Il primo per la parte relativa alla recitazione e la seconda per l’approntamento e lo studio delle scenografie.

Riuscito l’allestimento realizzato, necessariamente semplificato, in quanto la commedia originale nella lingua scritta del Groto, si componeva di  ben cinque atti, comunque molto coinvolgente. Bellissimi i costumi e gli allestimenti scenici che hanno ricreato l’ambientazione di Adria nell’epoca.

La storia, ambientata proprio ad Adria nel cinquecento, narra la vicenda dei due innamorati adriesi Ginofilo (Federico Scaramuzza) e Licinia (Martina Ferrarese) dopo varie vicissitudini ed uno stratagemma, appunto il Tesoro, riescono a coronare il loro amore, grazie all’aiuto del proprio servitore Cornacchia ( Matteo Bellinelli) e ai sortilegi di una vecchia mezzana, Donnola (Silvia Fabris). Zelotipo Matteo Cattozzo) il vecchio marito a cui era andata in sposa Licinia, si sposerà poi con Erifila (Elisa Zoletto), la madre di Ginofilo.

Nel corso della rappresentazione in due atti, ha trovato spazio anche la musica, due sono le appropriate canzoni che sono state mirabilmente cantate dalla studentessa in scena (Greta Garbo).

I numerosi applausi finali hanno tributato il successo della bella serata che ha visto protagonisti gli studenti delle due maggiori scuole superiori della città.

Al termine il Dirigente Scolastico Antonio Gardin,  chiamato sul palcoscenico ha chiuso la serata complimentandosi con ciascuno dei 30 ragazzi coinvolti,  per la riuscita dell’allestimento teatrale, la bravura di tutti, sottolineando l’impegno dei due docenti Isabella Aino e Vittorio Sacchiero che hanno saputo condurre i ragazzi a questo convincente risultato. Ha ringraziato Attive Terre per l’impegno per l’ambizioso progetto portato a compimento.

Gli attori in scena, ben 20, molti di loro con indubbie doti recitative,  sono Sofia Botti, Tommaso Barbon, Alberto Paparella, Alessandro Zampieri (i narratori); Matteo Bellinelli (Cornacchia), Federico Scaramuzza (Ginofilo), Martina Ferrarese (Licinia), Lily Small (Pridenzia), Elisa Zoletto (Erifila) Andrea Boccato (Avvocato), Riccardo Gennari (il maggiordomo dell’avvocato), Giorgia Scaramuzza (Fulvia),  Xiaoou Qiu (Elicia), Silvia Fabris (Donnola), Matteo Cattozzo  (Zelotipo), Elia Ferro (Topolo), Giacomo Totti (Lario), Camilla Dossi (moglie di Lario), Antonio Germanò (Lepido), Anna Rossi, Sara Varljen, Virginia Cuberli  (alcune donne), Sara Lisa Vampiri ed Elena Crepaldi (le cameriere) e la bravissima cantante Greta Garbo.

 

Salutando i numerosi presenti, Cosetta Pellegini, ha dato appuntamento a tutta la cittadinanza per sabato 6 giugno prossimo presso l’auditorium Saccenti, di via Aldo Moro, alle ore 10.00, dove si terrà la Conferenza Finale di TETR(O)RBO, alla presenza di ospiti di richiamo, nel corso della quale si restituiranno pubblicamente i risultati raggiunti con le varie azioni svolte e si tracceranno le prospettive di implementazione per le future.

Le più lette