Home Rodigino Adria Da Adria in Europa: Fondazione Intercultura premia tre studenti polesani

Da Adria in Europa: Fondazione Intercultura premia tre studenti polesani

ciprianiLe esperienze all’estero rappresentano sempre più un plus quasi irrinunciabile da inserire all’interno del curriculum per poter essere valutati positivamente ed essere considerati competitivi quando ci si affaccia al mercato del lavoro. La cosa interessante è che negli ultimi anni le esperienze di studio all’estero, da sempre limitate agli anni di formazione universitaria, si stanno espandendo sempre più coinvolgendo ragazzi più giovani che affrontano un’esperienza all’estero fin dalle prime classi della scuola secondaria all’interno di famiglie o istituti con campus che permettono ai ragazzi di vivere appieno l’atmosfera di un soggiorno all’estero conoscendo le tradizioni e le abitudini delle famigli di cui si va a far parte per qualche settimana.

E’ con questo spirito, quello che ha portato alla creazione dell’Europa e che da sempre accompagna anche i programmi universitari più famosi, che nascono diverse iniziative locali che permettono ai giovani, anche quelli meno abbienti ma meritevoli, di poter svolgere delle esperienze all’estero in contesti altamente stimolanti e tipici della società che si va a scoprire. Lo spirito di Fondazione Intercultura, associazione operativa sul campo nazionale che ogni anno aiuta con borse di studio finanziate da enti e privati più di 1800 studenti a partire alla scoperta del mondo, è proprio quello di contribuire alla formazione degli adulti del futuro facendogli conoscere il mondo e permettendo ogni anno di comprendere al meglio un particolare contesto storico e sociale nonché linguistico.

Otto saranno quest’anno i ragazzi delle provincie di Rovigo e Padova che potranno effettuare la loro esperienza all’estero grazie alle borse di studio messe a diposizione dalla fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dalla fondazione Intercultura, ben due in più rispetto a quelli che sono potuti partire lo scorso anno. Tre saranno i ragazzi polesani e cinque quelli padovani che partiranno per fare gli ambasciatori della cultura italiana in vari paesi ossia Olanda, Belgio Fiammingo, India, Argentina, Germania, Stati Uniti, Cina e Indonesia. Gli studenti della provincia di Rovigo selezionati sono Brigida Maria Putinato del “Cipriani” di Adria, Carolina Fini del “Paleocapa” di Rovigo e Alberto Moretto del “De Amicis” di Rovigo. L’iniziativa comunitaria delle due fondazioni è giunta ormai alla sua settima edizione permettendo finora a 36 adolescenti di andare alla scoperta del mondo sviluppando non solo un’approfondita conoscenza della lingua ma anche delle tradizioni e degli usi e costumi dei paesi ospitanti.

I ragazzi sono stati premiati dal consigliere di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo Paolo Giopp e dalla vicepresidente della Fondazione Intercultura Mietta Rodeschini lo scorso 19 maggio durante una cerimonia che ha dato anche modo di comprendere al meglio le motivazioni che portano le due fondazioni a continuare nella loro attività aumentando le possibilità per i giovani di anno in anno.

di

Martina Celegato

Le più lette