Elezioni: a Rovigo è sindaco Bergamin

20150615_bergaminI cittadini hanno espresso le loro preferenze, e hanno eletto a sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, 50 anni, candidato del Carroccio. Il ballottaggio gli ha regalato una vittoria schiacciante come non si era mai vista alle amministrative di Rovigo, solitamente molto combattute. Questa volta invece il candidato leghista ha trionfato in 54 seggi sui 56 totali, infliggendo alla avversaria Nadia Romeo, sostenuta dal Pd, un distacco abissale: ben 3341 voti. Basti pensare che nel 2001 il divario era stato di 500 schede, nel 2006 addirittura di appena 11. Al ballottaggio hanno scelto di votare 18073 elettori. Ben 10.264 hanno votato per Bergamin, ossia il 59,72%. Solo 6.923 per Romeo, vale a dire il 40,28%.
Solo in due sezioni la candidata del centrosinistra è riuscita a ottenere la vittoria: a Casa Serena e all’ospedale civile. Termina quindi, dopo 11 mesi, il periodo di commissariamento del Comune di Rovigo, guidato in questo periodo dal commissario prefettizio Claudio Ventrice.

«Ringrazio gli elettori – ha gridato alla folla Bergamin -. La differenza è stata arrivare al cuore della gente».

Nel capoluogo polesano, ha votato solo il 42,67% dei cittadini, per un totale di 18.073 persone su 42.359 aventi diritto al voto.

Lascia un commento