Porto Viro: Coccinella, cambia l’iscrizione al nido

nido porto viroCambia la modalità di iscrizione dei propri figli all’asilo nido La Coccinella di Porto Viro. E’ stato redatto, e conseguentemente approvato dal consiglio comunale, il nuovo regolamento per l’iscrizione dei bambini che va ad eliminare il vecchio criterio secondo cui chi prima arrivava a far la fila nella mattina delle iscrizioni poteva assicurare un posto certo al proprio figlio. A partire da quest’anno le iscrizioni, aperte dall’1 al 30 di giugno saranno, diversamente da quanto accadeva fino all’anno in corso, regolate da una serie di corrispondenze a particolari requisiti del candidato e del relativo nucleo familiare.

L’iscrizione alla struttura che accoglie i bambini dai 3 mesi ai 3 anni con una capacità ricettiva di 30 posti suddivisi in tre distinte sezioni sarà ora possibile mediante la compilazione di un modulo predisposto dal Comune che dovrà essere presentata all’ufficio servizi sociali. L’effettiva ammissione all’asilo sarà quindi determinata in riferimento ad una graduatoria stilata sulla base di un punteggio derivante da diverse caratteristiche. La precedenza all’ingresso viene attribuita ai bambini in stato di abbandono; ai bambini portatori di handicap e ai bambini con nucleo familiare caratterizzato da una situazione socioeconomica che possa essere di serio pregiudizio per un sano sviluppo psicofisico del bambino; ai bambini con entrambi i genitori che lavorano e che sono residenti.

Un punto viene assegnato ai nuclei familiari con un solo genitore allo stato di famiglia con rete familiare (nel caso di un nucleo familiare con un unico genitore allo stato di famiglia ma senza rete familiare i punti diventano due). Un punto viene assegnato ai nuclei familiari con un altro bambino frequentante il nido alla data dell’emanazione del bando mentre sono invece previsti due punti nel caso in cui il bambino da iscrivere abbia uno dei due genitori portatori di handicap superiore al 67% e ai nuclei familiari con gemelli. Tre punti corrispondono alla residenza nel comune del bambino. Nei casi di parità del conteggio la precedenza in graduatoria sarà assegnata al nucleo familiare con certificazione Isee minore e in seguito all’ordine cronologico di presentazione della domanda di iscrizione.

di
Elisa Cacciatori

Lascia un commento