Home Rodigino Delta Taglio di Po: approvati i progetti Erasmus

Taglio di Po: approvati i progetti Erasmus

I vincitori del progetto DELTa  con l'asses. Veronica  Pasetto e Andrea Rilievo di Studio ProgettoIl Comune di Taglio di Po, con la collaborazione di un gruppo di giovani e attraverso il servizio Informagiovani gestito dalla cooperativa Studio Progetto di Valdagno (Vi), con un proprio progetto, ha recentemente partecipato con successo al bando europeo Erasmus Plus. Ad annunciare l’avvenuta approvazione in Commissione europea l’assessore Veronica Pasetto congiuntamente con il rappresentante della cooperativa Studio Progetto Andrea Rilievo e il gruppo di ragazzi che ha realizzato il progetto: “L’importo approvato – commenta la Pasetto – corrisponde a oltre 18mila euro. L’intenzione è quella di promuovere un percorso che abbracci il senso delle istituzioni comunitarie e le opportunità che la Comunità Europea offre. Il nostro progetto è passato con un buon punteggio pari a 66 su 100 e una cifra consistente”.

“Il progetto – hanno spiegato i ragazzi – consiste in un interscambio giovanile di carattere culturale, proposto dal nostro gruppo a organizzazioni con le quali Studio Progetto collabora e attraverso le quali 30 giovani (dai 18 ai 25 anni) provenienti da Croazia, Italia, Bulgaria, Ungheria, Spagna, Romania e Polonia parteciperanno al progetto che durerà 8 giorni, tra fine agosto ed inizio settembre. Il nostro obiettivo principale, nella redazione del progetto, è stato quello di far conoscere il territorio al di fuori dei confini locali portando una ventata di interculturalità a Taglio di Po, vivendo il territorio con momenti dedicati a contatto con la cittadinanza”.

Il progetto consisterà in due parti: la prima vedrà l’organizzazione di attività tipiche nel territorio deltizio, come escursioni in barca, in bicicletta, passeggiate, cacce al tesoro per far conoscere quanto meglio il territorio e le sue potenzialità. La seconda parte metterà alla prova i giovani partecipanti con la realizzazione di un’installazione artistica, realizzata con materiali prettamente raccolti sul territorio durante le uscite, come sabbia, rami, sassi, ecc… (Land Art), che sarà poi esposta al pubblico in modo che possa rappresentare Taglio di Po e il suo territorio. L’acronimo del progetto è, non a caso, Delta – Develop of Environment through Leisure and Traditional Activities (Sviluppo dell’ambiente attraverso divertimento ed attività tradizionali). La parola è quindi passata a Andrea Rilievo: “Da un punto di vista tecnico, – ha commentato – è importante sottolineare che il progetto, per volere esplicito della Commissione Europea, tratta di educazione non formale, cioè di fatto fare esperienze, stare con altre persone.

Il concetto quindi è quello di imparare al di fuori dell’ambiente scolastico con un approccio diverso da quello scolastico e in un altro contesto. I ragazzi che hanno collaborato alla realizzazione del progetto si sono impegnati con me attraverso un’educazione non formale e sono cresciuti di certo anche professionalmente. Mi preme infi ne sottolineare la lungimiranza di questa amministrazione comunale.

di
Silvia Boscaro

Le più lette