Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Vigonovo: la differenziata funziona, diminuiscono le tariffe

Vigonovo: la differenziata funziona, diminuiscono le tariffe

54[1].casetta_acqua“Con il nuovo sistema (oltre a registrare un netto aumento della differenziata, che si attesta ormai da alcuni mesi attorno al 74 per cento, e che permette un maggior ricavo dalla vendita del rifiuto differenziato) è diminuito sensibilmente il piano finanziario, e hanno avuto una netta diminuzione anche le tariffe per il domestico, e in particolare per il non domestico”.

Questa è l’analisi di Filippo Fogarin, assessore all’Ecologia di Vigonovo, che ha parlato del nuovo sistema di raccolta differenziata porta a porta nel territorio comunale, in convenzione con altri 4 comuni della Riviera. “Tutti questi dati hanno comportato una diminuzione delle fatture – prosegue Filippo Fogarin – in particolare per il non domestico, per il quale già nell’ultima bolletta dell’anno scorso ci sono state diminuzioni dal 20 al 25 per cento, a seconda delle tipologie di utenza. Da sottolineare, che il nuovo sistema prevede la possibilità per tutte le utenze non domestiche di detrarsi il 10 per cento di Iva dalle fatture di Veritas. Detrazione, che fino all’anno scorso, non poteva essere ottenuta. Mentre per le utenze domestiche, per l’anno in corso, ci saranno delle riduzioni nelle bollette dall’11 al 14 per cento a seconda del numero dei componenti del nucleo famigliare. Risultati importanti, che si sono ottenuti con il lavoro di tutti”.

Vengono analizzati alcuni dati. “Dai primi mesi del 2015 si evidenzia una costante diminuzione del rifi uto secco conferito – commenta l’assessore Filippo Fogarin. E questo dato fa pensare, che potranno esserci ulteriori diminuzioni nelle bollette del prossimo anno”. Si parla poi di un servizio in particolare. “Ottimi risultati – annuncia Fogarin – vengono anche dalla raccolta dei pannolini e pannoloni. A dicembre 2014 erano già 164 gli utenti del nuovo servizio, e attualmente sono oltre i 230. A seguito di tale aumento di utilizzo si è registrata una “sofferenza” di 3 dei 6 bidoni posizionati nel territorio comunale, ed entro l’estate sarà attivata la raccolta bisettimanale dei pannolini, in modo che gli utenti non trovino più i bidoni colmi”.

Fogarin prosegue nella sua analisi. “Si sono trovate difficoltà per l’ampliamento dell’Ecocentro, che avrebbe dovuto iniziare già da questo anno, e che si spera ormai che inizi entro l’anno, ma le problematiche e i costi che si evidenziano, sono notevoli rispetto le previsioni iniziali”.

Infine le conclusioni. “Si sottolinea – conclude l’assessore all’Ecologia – che per contrastare l’abbandono dei rifiuti, che causa degrado ambientale e aumento dei costi di gestione e di smaltimento, assieme alle guardie ambientali e alle guardie forestali, si effettua settimanalmente un’azione di controllo dei sacchetti e delle borse abbandonate nei luoghi pubblici, al fi ne di risalire ai trasgressori e sanzionarli”.

di
Giacomo Piran

Le più lette