Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Dolo, il primo consiglio comunale dopo le elezioni

Dolo, il primo consiglio comunale dopo le elezioni

Dolo_3200Si è svolto a giugno, nella barchessa di villa Concina, il primo consiglio comunale dell’amministrazione guidata dal neo sindaco Alberto Polo. La seduta ha visto la conferma della nomina degli assessori che sono: Gianluigi Naletto (vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Decoro e Sicurezza urbana, Verde, Parchi, Mobilità e Trasporti), Marina Coin (assessore all’Ambiente, Personale, Edilizia privata e Acque), Giorgia Maschera (assessore al Bilancio, Patrimonio, Ufficio legale e Tributi),Carlotta Vazzoler (assessore alle Politiche sociali, Servizi alla persona e famiglia, Immigrazione) e Matteo Bellomo (assessore esterno alla Promozione socioeconomica del territorio, Cultura e Sport). Il sindaco Alberto Polo ha mantenuto invece per sé le competenze della Pubblica istruzione, Urbanistica, Protezione civile, Legalità, Città Metropolitana ed Europa.

Si è passati poi al giuramento con Alberto Polo che, indossando la fascia tricolore, ha giurato di osservare lealmente la Costituzione italiana. “Oggi comincia una storia nuova – ha detto Polo nel suo intervento – lo annuncio con grande senso di responsabilità ed emozione perché sono, siamo, consapevoli di quanto elevata sia l’aspettativa nei confronti di questa nuova amministrazione. Gli anni appena trascorsi sono stati difficili. Certamente dal punto di vista politico ed amministrativo, ma soprattutto da quello sociale ed economico. Abbiamo vissuto, e in larga parte stiamo ancora vivendo, un periodo di profonda crisi dalla quale, insieme, dobbiamo finalmente riuscire ad uscire. Da più parti si usa dire che dalla crisi usciremo certamente diversi, da come ne siamo entrati. Se la mutazione che la nostra società ha subito a causa della crisi consiste in quello che vediamo tutti i giorni alla televisione, nella violenza, fisica e verbale, nel girarsi dall’altra parte per non doversi occupare di chi è in difficoltà, nel non sentirsi più comunità fraterna, attenta e solidale, io credo che il dovere di ciascuno di noi debba essere quello di impegnarci per invertire immediatamente la rotta. La nostra comunità, globale e locale che insieme si fondono a costruire il nostro quotidiano, è ricca, fuori dai toni strillati ed allarmistici di certi media, di umanità, di gesti quotidiani, di storie di impegno, passione e coraggio. La scommessa, tanto del Governo, quanto con le dovute proporzioni, della nostra amministrazione, è di saper valorizzare e sostenere questi elementi positivi e di crescita, riannodando, nel contempo, quei fili sociali spezzati oggi più che mai indispensabili per riuscire, veramente, ad uscire da una crisi che non è, ed è giusto ricordarlo, soltanto economica”. Sono state elette poi alcune cariche. La commissione elettorale comunale sarà formata dai consiglieri effettivi (Masi, Iuliano e Vescovi) e dai supplenti (Fracasso, Mazzucco e Peruzzo). La commissione per i Giudici Popolari sarà composta dal sindaco e dai consiglieri Costantini e Ballin. Infine sono stati eletti i consiglieri per l’Unione dei Comuni che sono Zingano, Bonello e Gottardo.

 

Le più lette