Logo testata di vicenza

HomeVenezianoCavarzereEmergenza profughi: in Veneto altri 722 in arrivo

Emergenza profughi: in Veneto altri 722 in arrivo

arrivo-immigrati-perugia-301Nei prossimi giorni arriveranno in Veneto altri 722 profughi. A stabilirlo, il Ministero dell’Interno che, a fronte dei conteggi effettuati, ha destinato alla regione Veneto un totale di 6446 profughi. Ad oggi, le presenze sarebbero sarebbero 5654 con una quota residua di 792 e 722 in arrivo.

Se nei giorni scorsi sono state intercettate due strutture, le ex basi militari di Bagnoli e Cona, per accogliere circa 150 profughi provenienti da Eraclea e Caorle, attualmente non è chiaro quali strutture verranno rese disponibili per fronteggiare i prossimi arrivi.

Ma c’è il rischio che la già grave tensione sociale possa peggiorare. Sembra del tutto tramontata la possibilità di costituire degli hub regionali per lo smistamento dei profughi, un’ipotesi bocciata quasi unanimemente dai sindaci che nei giorni scorsi hanno incontrato Mario Morcone, capo del dipartimento di immigrazione al Viminale, giunto in Veneto per trovare un accordo con gli amministratori del territorio.

Ipotesi percorribile, sarebbe, secondo la prefettura di Venezia, l’idea di costituire una sorta di “cabina di Regia”, una struttura di monitoraggio per prevenire il fenomeno attraverso una più corretta gestione dei flussi. Tale struttura potrebbe essere costituita da un rappresentante della Regione, da un rappresentante della costituenda Città Metropolitana, da un rappresentante dell’ANCI e dai rappresentanti dei Comuni di volta in volta interessati da problematiche contingenti relative all’immigrazione.

Le più lette