Home Veneziano Cavarzere Ipab Danielato, gli ospiti soffrono una situazione di forte disagio

Ipab Danielato, gli ospiti soffrono una situazione di forte disagio

NEWS_43277Da tempo il Comitato dei familiari dell’ Ipab “A. Danielato” di Cavarzere lamenta una situazione di disagio al terzo piano della struttura, dove si concentrano gli ospiti con situazioni più delicate. La presidente del Comitato familiari, Nadia Domenicale, ha più volte contattato la stampa, esprimendo la propria preoccupazione per una situazione che lei stessa ha definito “di grande disagio”, da imputare a suo avviso non al personale, del quale evidenzia la professionalità e l’impegno nell’accudire gli ospiti, ma all’organizzazione del lavoro voluta dalla dirigenza dell’ente.

“Molti familiari hanno visto coi propri occhi che gli ospiti del terzo piano spesso soffrono la sete – queste le parole di Domenicale – una volta alzati al mattino, rimangono tutto il giorno senza essere cambiati, fino a quando vengono rimessi a letto. Ciò comporta disagi per gli anziani, che non possono verificarsi in una struttura dedicata alla cura di persone anziane e inferme”. La portavoce dei familiari dei residenti dice poi di aver più volte chiesto un colloquio con il direttore Mauro Badiale, con il presidente Fabrizio Bergantin e tutto il Cda, ma di non essere riuscita a ottenerlo.

“È da aprile che chiediamo un incontro – afferma – ma sembra che finora non si sia riusciti a trovare un giorno in cui riunirsi, inizialmente pareva che ci dovessimo incontrare sabato 16 maggio, poi la riunione è stata rinviata dal presidente Bergantin a data da destinarsi, e pare che non vada più bene il sabato come giorno per riunirsi, anche se da decenni gli incontri si sono sempre fatti in questo giorno. Aspettiamo, intanto il tempo passa e di certo i problemi non si risolvono da soli”. Tutte parole che Nadia Domenicale ha ripetuto al Consiglio comunale del 21 luglio, convocato su richiesta dei consiglieri Emanuele Pasquali, Renato Belloni, Mazia Tasso, Graziano Garbin e Riccardo Tosello per discutere proprio della situazione dell’Ipab. Alla seduta era presente anche il direttore della struttura, Mauro Badiale, che ha illustrato tutta una serie di dati riguardanti l’attività dell’Ipab, evidenziando che essa ospita attualmente 69 residenti non autosufficienti e che vengono rispettati tutti gli standard richiesti dalla Regione, anzi in certi casi si è anche oltrepassato il numero di ore di assistenza richieste dall’attuale normativa.

Alla discussione ha preso parte anche il presidente dell’Ipab Fabrizio Bergantin, il quale ha riferito di due ispezioni a sorpresa dell’Ulss negli ultimi mesi e di una dei Nas, nessuna ha evidenziato carenze da parte dell’Ipab. Il presidente ha poi detto che l’Ipab ha fatto un esposto alla procura perché sia fatta chiarezza su quanto segnalato dai familiari, ha poi annunciato l’intenzione di convocare a breve un incontro tra il Cda e i familiari per chiarire la situazione.

 

di
Nicla Sguotti

Le più lette