Tromba d’aria, gli aiuti: da Banca del Veneziano plafond di 5 mln

tromba d'ariaIl Consiglio di Amministrazione della Banca del Veneziano si è immediatamente attivato per far fronte alle richieste di aiuto generate dagli eccezionali eventi atmosferici di mercoledì 8 luglio che hanno colpito la Riviera del Brenta ed in particolare i comuni di Dolo, Mira e Pianiga. E’ stata accolta la richiesta delpresidente Francesco Borga di istituire un primo plafond di finanziamenti di 5 milioni di euro, a condizioni particolarmente agevolate, a sostegno delle famiglie e delle imprese colpite dagli eventi.
I finanziamenti sono destinati a sostenere i costi dei danni causati alle famiglie, alle imprese, agli enti ed associazioni, ai loro immobili e alle loro attività. Per i clienti assicurati con la Banca del Veneziano, il Consiglio di Amministrazione, tramite il servizio Assicurazioni della Banca, intende anticipare al cliente l’importo che la compagnia assicurativa liquiderà a seguito degli ordinari accertamenti. Un sostegno concreto e tempestivo da una Banca del territorio al suo territorio e a tutta la sua comunità.
Non è previsto un importo massimo per i singoli finanziamenti ma questi saranno valutati di volta in volta in funzione delle esigenze specifiche della clientela.
Soci, clienti e cittadini possono rivolgersi alle filiali della Banca del Veneziano, o anche direttamente alla Direzione Generale di Mira, per ottenere le necessarie informazioni e un intervento immediato.
“E’ nei casi di difficoltà e di emergenza che una Banca di Credito Cooperativo svolge il suo ruolo sociale, rimanendo vicina ai propri Soci e clienti – dichiara Giorgio Callegari, Direttore Generale di Banca del Veneziano – Banca del Veneziano come già in passato vuole offrire un aiuto concreto ed immediato a chi, famiglie o imprese, ha subito dei danni a seguito degli straordinari eventi atmosferici che hanno colpito la Riviera del Brenta”.

Lascia un commento