A Spinea gruppi di volontari contro i parcheggiatori abusivi

VolParcheggiatori-abusiviontari contro i parcheggiatori abusivi. La nuova soluzione è stata varata dal Comune in estate, dopo lo slittamento “in prova” del piano “A”, ovvero il ticket. I parcheggi a pagamento (irrisorio) si farà, ma dopo la bella stagione: in arrivo subito (prima uscita il 13 luglio) ci sono per ora sei cittadini, reclutati dal Comune stesso, che a titolo volontario faranno i parcheggiatori, senza chiedere compensi agli automobilisti e sostituendosi così agli abusivi. Sindaco e giunta provano dunque una nuova strada per ovviare all’annoso problema dei parcheggiatori abusivi, dopo la scadenza a maggio del progetto, del costo di 15 mila euro per sei mesi, che prevedeva l’impiego di lavoratori socialmente utili a presidio dei parcheggi.

Nell’ultimo incontro con i commercianti era balenata di nuovo la vecchia idea di mettere a pagamento, anche se con un ticket irrisorio, nell’ordine di 10 cent l’ora, i parcheggi satelliti del centro, quello di via dei Pensieri e via Colombo soprattutto (quello di via Miranese è controllato da un vigilante dell’Ulss 13). Ma servono tempi tecnici per affidare la gestione del progetto alla società Abaco, che già gestisce gli stalli blu in centro. Ecco dunque la soluzione: cinque uomini e una donna, già individuati dal Comune, pescando in una specifica graduatoria, presidieranno a titolo di volontariato le aree di sosta di via Dei Pensieri, via Colombo e anche via Belvedere fino a settembre, quando, forse, sarà pronto il piano con Abaco.

A titolo gratuito, 18 ore a settimana, coprendo in parte gli stessi turni dei lavoratori socialmente utili. L’obiettivo è sostituirsi al racket: i volontari, con casacca comunale, vigileranno sul corretto utilizzo dei parcheggi, assisteranno gli automobilisti e renderanno inutile dunque la presenza di eventuali abusivi.

 

di
Federico De Gaspari

Lascia un commento