Cinema, a Chioggia anteprima delle “Giornate degli autori”

capossela-segreA Chioggia dal 21 al 24 agosto, in collaborazione con il Comune di Chioggia e a Pellestrina dall’11 al 13 settembre, la Laguna abbraccia idealmente le Giornate degli Autori con un prologo e un epilogo pensati per raccontare il passato e il futuro della sezione indipendente promossa dalle Associazioni degli Autori alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Terra e acqua, acqua e terra dove si specchiano le immagini del miglior cinema indipendente, dove prendono forma le utopie, dove il cinema serve a far pensare e discutere, ma anche a ritrovarsi insieme, a brindare dividendo il cibo e il piacere della scoperta. “Ci ha spinto in questa strampalata impresa – dicono i curatori del progetto -, l’amore per la Laguna e la sua gente, il desiderio di restituire uno spicchio di sapore festivaliero a chi vive a due passi e magari non ha mai messo piede alla Mostra, la riconoscenza per un mondo rimasto fedele alla sua tradizione e che di Venezia e della sua bellezza unica è in fondo la culla, la radice più autentica”.

A Chioggia, sotto le stelle in Piazza del Duomo, sono in programma quattro serate legate a film e storie che, negli anni, hanno contribuito a costruire l’immagine stessa delle Giornate degli Autori. Dal canadese C.R.A.Z.Y. di Jean-Marc Vallée (due Oscar per Dallas Buyers Club) all’italiano “Indebito” di Andrea Segre (nato proprio con le Giornate), passando per La donna che canta di Denis Villeneuve e La mia classe di Daniele Gaglianone con Valerio Mastandrea. La serata finale del breve ciclo in programma a Chioggia avrà la partecipazione straordinaria di Donpasta (“Artusi Remix”).

 

Lascia un commento