Fratta Polesine, il 13 agosto chiude “Tra ville e giardini”

PerturbazioneGiovedì 13 agosto calerà il sipario anche sul 2015 di “Tra Ville e Giardin”i che, come di consueto, si concluderà nella meravigliosa cornice della palladiana Villa Badoer, patrimonio dell’Unesco e meraviglioso biglietto da visita del Polesine. La chiusura di un festival, che anche quest’anno ha offerto un cartellone ricchissimo e di altissima qualità, proponendo talenti emergenti e spettacoli insoliti da un capo all’altro del Polesine, valorizzandone i suoi scorci più incantati ed affascinanti, è affidata ad un gruppo che ha fatto la storia del rock italiano: i Perturbazione.
Tommaso Cerasuolo alla voce, Cristiano Lo Mele alla chitarra, Alex Baracco al basso e Rossano Lo Mele alla batteria continuano a portare avanti la loro idea di musica, tra sperimentazione e ironia, offrendo un’altra via alla canzone pop italiana. Nati a Rivoli, alle porte di Torino, i Perturbazione hanno segnato la musica nazionale grazie a una manciata di album fra i più significativi dei primi anni Duemila. Dopo gli esordi nel ‘98 (“Waiting to Happen” e “36”) è arrivato il passaggio alla lingua italiana con l’album della svolta, “In circolo”, inserito da “Rolling Stone” fra i 100 più belli di sempre della musica italiana. “Canzoni allo specchio” e “Pianissimo Fortissimo” contribuiscono ad affermare la band nel panorama nazionale. Nel 2010 arriva “Del nostro tempo rubato”, mentre nel 2013 i Perturbazione tornano sotto l’etichetta Mescal e pubblicano, prodotti da Max Casacci dei Subsonica, il disco “Musica X”, distribuito in allegato a XL di Repubblica. Nel 2014 la scelta di partecipare con “L’Unica” e “L’Italia vista dal bar” alla 64esima edizione del Festival di Sanremo che li fa conoscere ad un pubblico nuovo. Dopo una lunga serie di ospitate televisive, ed un tour di presentazione, i Perturbazione sono risaliti sul furgone per affrontare on the road la stagione dei festival mentre, tra Italia e Inghilterra, stanno ultimando i lavori del prossimo album, prodotto di Tommaso Colliva, che uscirà il prossimo gennaio.
L’apertura del concerto sarà affidata al gruppo bresciano indie-pop Kaufman (Alessandro Micheli, Lorenzo Lombardi, Matteo Cozza, Simone Gelmini, Giorgio Marcelli) in tour con il nuovo disco “le tempeste che abbiamo”. Il concerto inizierà alle 21.30 ed il biglietto unico ha il costo di 5 euro. Una buona occasione anche per vivere una serata di arte nell’arte al cospetto della maestosa Badoera, realizzata tra il 1555 e il 1557 dal Palladio su volere del nobile Francesco Badoer, attualmente di proprietà della Provincia di Rovigo e sede, nella barchessa nord, del Museo Archeologico Nazionale.
Anche questa edizione numero 16 di Tra Ville e Giardini, è stata promossa e sostenuta dalla Provincia di Rovigo, finanziata dalla Regione Veneto, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e dalla Camera di Commercio di Rovigo, ed è stata organizzata in collaborazione con Ente Rovigo Festival ed i 14 Comuni che hanno ospitato le altrettante tappe di un viaggio che, si spera, possa ripartire la prossima estate.

Lascia un commento