Home Padovano I soldi dalle multe? In sicurezza stradale, manutenzione, potenziamento del servizio notturno

I soldi dalle multe? In sicurezza stradale, manutenzione, potenziamento del servizio notturno

Nuovi investimenti per la sicurezza stradale, per la manutenzione della segnaletica ma anche per l’acquisto di nuove telecamere e per il potenziamento dei servizi notturni. Ecco come il Comune di Piove di Sacco spenderà la metà dei proventi delle infrazioni al codice della strada. Per quest’anno la previsione d’entrata, approvata dalla giunta e passata successivamente all’esame del consiglio comunale, è 2 milioni 40 mila euro. Di questi 1 milione 580 mila arrivano dalle sanzioni elevate con i due autovelox installati lungo la Strada dei Vivai e sulla Piovese ad Arzerello.

Per legge la metà degli incassi devono essere destinati ad alcuni obiettivi precisi: interventi di sostituzione e manutenzione della segnaletica stradale e luminosa; potenziamento dell’attività di controllo e accertamento delle violazioni; miglioramento della sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli; interventi a favore della mobilità su due ruote; assunzioni stagionali e progetti di miglioramento dei servizi di controllo e notturni. Il progetto più corposo è quello che riguarda il “Nuovo sistema per il controllo e la sicurezza stradale” (da finanziare con i proventi dell’autovelox) che prevede l’installazione di una quarantina di nuove telecamere, in aggiunta alle quindici già in funzione, in grado di leggere e registrare anche le targhe dei veicoli. Queste svolgeranno una doppia funzione: da una parte il controllo del territorio con fini di prevenzione e a supporto di eventuali indagini delle forze dell’ordine in caso di reati, dall’altra il monitoraggio del traffico. Allo scopo sono stati previsti due stanziamenti: uno da 500 mila euro quest’anno e uno da 300 mila per il prossimo. Si partirà dalla periferia e dalle frazioni.

Tra i siti dove potrebbero essere installate le nuove telecamere ci sono la rotonda fra via Borgo Padova e via Fratelli Sanguinazzi, l’incrocio fra via Valerio e via Davila, quello fra via Paolo VI e via Caselle, all’intersezione fra via Valerio e via Boresse ad Albora, tra via Vivaldi e via Cristo ad Arzerello, in zona industriale a Tognana e, in centro storico, piazza Vittorio Emanuele II, viale Europa, via Roma, piazzetta Carlo Rosso, vicolo Mezzaluna, piazza Caduti di Nassirya e via Garibaldi. Previsto un budget di 230 mila euro da spendere per l’acquisto di una nuova autovettura allestita in dotazione alla polizia locale (circa 30 mila euro), un droga-test (10 mila euro) e per una serie di interventi di miglioramento della viabilità locale. Non solo asfaltature (allo scopo il Comune ha già stanziato 500 mila euro) ma anche abbattimenti delle barriere architettoniche e sistemazione dei marciapiedi e dei ponticelli pericolosi. Nelle intenzioni, patto di stabilità permettendo, l’amministrazione vorrebbe procedere anche l’assunzione di tre agenti per un anno (con contratto rinnovabile) e uno a tempo indeterminato (che sostituisce una mobilità). Una soluzione che porterebbe una boccata d’ossigeno per l’intero corpo di via Ortazzi.

 

Martina Maniero

Le più lette