Home Salute Bassa padovana Il P.R.P. contro la caduta dei capelli

Il P.R.P. contro la caduta dei capelli

Dr. Predebon oggi ritorniamo a parlare di P.R.P. (Plasma Ricco di Piastrine) nella caduta dei capelli.
“Il P.R.P. (Platelet Rich Plasma) è un concentrato di plasma autologo che contiene una quantità di piastrine 3-6 volte superiore a quella del sangue in circolo. Il P.R.P., ricco di fattori di crescita, stimola la rigenerazione del bulbo, sede in cui sono presenti cellule staminali che possiedono recettori per i fattori di crescita, inducendole a produrre capelli”.
In cosa consiste il trattamento?
“È un trattamento ambulatoriale che dura 30- 45 minuti. Si tratta di un semplice prelievo ematico. Successivamente il sangue ottenuto viene centrifugato per separare le diverse componenti ematiche. Viene poi prelevato accuratamente il P.R.P. pronto per essere iniettato con aghi molto sottili nelle aree diradate del cuoio capelluto”.
Chi può sottoporsi a questo trattamento?
“Sia uomini sia donne che abbiano un diradamento dei capelli. Non è indicato per chi abbia una calvizie completa e stabile da anni”.
È doloroso?
“No, in genere è ben tollerato”.
Quali risultati si possono osservare?
“Nei pazienti sottoposti a questa procedura si è osservato una ricrescita dei capelli e un aumento del loro spessore a partire da circa 6 mesi dal primo trattamento”.
Ha altre applicazioni in medicina estetica?
“Si. Induce una importante biostimolazione profonda del tessuto cutaneo in grado di restituire conicità, elasticità e ridurre le rugosità della pelle. Particolarmente utile sul viso, decolletè, collo in particolare, mani e interno delle braccia”.
Quali sono i rischi?
“È una tecnica sicura poiché si utilizza il sangue proprio. Non ha rischi di rigetto, incompatibilità o allergie. Deve essere utilizzato sempre materiale sterile monouso di elevata qualità”.
Come appare la zona trattata dopo il trattamento?
“Abitualmente dopo poche ore non vi sono segni del trattamento avvenuto. Nelle primissime fasi post-trattamento sono presenti lievi rigonfi amenti in corrispondenza dei punti di iniezione che spariscono rapidamente. Di rado compaiono piccole ecchimosi (lividi)”.

 

Dr. Enzo Predebon
Tel. 049 9703406

Le più lette