Incontinenza: la riabilitazione del pavimento pelvico

Dott. ssa Abelli che cos’è la riabilitazione pelvi-perineale?
Per riabilitazione Pelvi-Perineale si intende un processo terapeutico che permette il maggior recupero possibile di una funzione alterata o perduta relativa al ciclo continenza-minzione-defecazione. Questo si realizza mediante un training di tonificazione dei muscoli elevatori dell’ano, di rinforzo del rifl esso di chiusura perineale allo sforzo, attraverso un percorso di riapprendimento delle funzioni motorie. Il pavimento pelvico o perineo è formato da un insieme di muscoli che si intrecciano fra loro e chiudono verso il basso il bacino; abbracciano l’apparato urinario (uretra, vescica) e vaginale (nella donna) formando il pavimento anteriore, fi no a coinvolgere l’apparato ano-rettale (ano, retto) costituendo il pavimento posteriore. Il perineo è un organo dinamico: sollecitato continuamente dal peso del nostro corpo, è soprattutto impegnato nel contrastare gli aumenti di pressioni intra-addominali dettati dagli incrementi di carichi (sollevare le borse della spesa, prendere in braccio il bambino, tossire, starnutire, cc.), da condizioni croniche (stitichezza), dall’evento parto.
Quando è indicata questo tipo di riabilitazione?
La riabilitazione pelvi perineale può essere eseguita in caso di: – incontinenza urinaria femminile. – incontinenza urinaria maschile. – incontinenza fecale o stipsi. – dolore pelvico cronico, comprese le sindromi dolorose pelviche correlate alla gravidanza. – disfunzioni sessuali femminile (dolore vulvare, dispareunia…) e maschile (defi cit erettile post chirurgico, eiaculazione precoce…) di origine pelvica. – prevenzione e terapia dell’incontinenza urinaria nel pre parto e nel post parto.
Quali procedure bisogna fare per prenotare la riabilitazione?
In primo luogo, il trattamento riabilitativo, deve prevedere una prima visita con il MEDICO FISIATRA, il quale deve innanzitutto informare il paziente circa l’area da trattare e le varie possibilità di approccio terapeutico. Le tecniche riabilitative sono rappresentate da: • CHINESITERAPIA PELVI-PERINEALE • BIOFEEDBACK TERAPIA • STIMOLAZIONE ELETTRICA FUNZIONALE Un ciclo di trattamento riabilitativo varia in genere da 10 a 20 sedute in relazione al problema da trattare e alla risposta del paziente, soprattutto nella fase di presa di coscienza dell’area perineale. Le sedute affrontano una serie di problematiche corporee legate soprattutto a una scarsa conoscenza del proprio corpo utilizzando esercizi di propriocezione corporea. All’interno della seduta si eseguono metodiche di educazione corporea, comportamentale ed eventuale terapia manuale. E’ possibile utilizzare anche un’apparecchiatura elettromedicale che aiuta a conoscere ed a rinforzare di nuovo i muscoli del pavimento pelvico attraverso l’elettrostimolazione ed il biofeedback elettromiografico. L’apparecchiatura utilizzata è conforme a tutte le normative in vigore per la sicurezza, è dotata di avanzati sistemi di controllo e tutto il materiale utilizzato in rieducazione è monouso. Tutto questo non procura alcun dolore ed il tutto viene eseguito nel massimo rispetto della Persona e della Privacy. Non serve il digiuno e non serve presentarsi a vescica piena.
Qual è il miglioramento che si può ottenere con la riabilitazione?
Il successo della terapia è legato a diversi fattori. In primis all’impegno e alla collaborazione del paziente nell’eseguire la terapia, soprattutto quella domiciliare, di grande supporto durante il trattamento e fondamentale nel mantenere il risultato ottenuto al termine del ciclo terapeutico. Altro elemento importante è il fisioterapista, il quale deve farsi carico del paziente in toto cercando di impostare un programma terapeutico il più adeguato possibile. Questo programma deve prevedere non soltanto le varie tecniche combinate tra loro, ma un orientamento alla persona, senza dimenticare che non di rado dietro alla disfunzione si celano bisogni che appartengono alla sfera emotiva e psichica.
Dott.ssa Abelli Simonetta – Poliambulatorio Vespucci

info@poliambulatoriovespucci.it

Lascia un commento