Limena risparmia sull’acqua, con la nuova casetta in centro

limena casetta acquaDal mese scorso Limena è dotata di una casetta per l’erogazione di acqua naturale e frizzante refrigerata Ecozon@, con approvvigionamento dall’acquedotto. L’impianto realizzato dalla ditta BBTEC srl, su concessione di suolo pubblico da parte del Comune, è collocato in via San Francesco ed è stato inaugurato alla presenza del Sindaco Giuseppe Costa e dell’Assessore all’Ambiente Maurizio Martinello, oltre ai responsabili della ditta realizzatrice dell’opera. La cittadinanza ha potuto degustare l’acqua e dotarsi degli accessori necessari alla raccolta, come le tessere elettroniche ricaricabili o le apposite bottiglie. Parlando di costi, il prezzo passa dai 3 centesimi/litro per l’acqua naturale ai 6 per la frizzante. La tessera ricaricabile può essere acquistata a 2 euro presso l’Eurobar.

L’acqua segue un percorso di sterilizzazione e di filtraggio che ne garantisce la qualità e la sicurezza. Va ricordato che è consigliabile il consumo della stessa entro 3-4 giorni dalla spillatura. Un’iniziativa che, secondo il Sindaco e l’Assessore Martinello, porterà un importante risparmio. “Una famiglia media che consuma 10 litri di acqua alla settimana acquistata al supermercato, grazie alla casetta arriva a risparmiare dai 200 ai 250 euro l’anno”, spiega Costa. “Il risparmio è anche per l’ambiente – continua Martinello – Utilizzare l’acqua erogata dalla macchina porta a un minor consumo di energia equivalente: in sintesi l’energia necessaria per la produzione delle bottiglie di plastica a perdere, per il loro trasporto e successiva raccolta e conferimento post consumo. Ai fi ni dei benefi ci per l’emissione di anidride carbonica la casetta è pari ad un bosco di 1000/1500 alberi. Per permettere a tutti di utilizzare al meglio questo servizio stiamo lavorando per aprire un secondo distributore in via Dante”. Partiti gli interventi per la sicurezza idraulica e la pulizia dei fossi al fi ne di evitare allagamenti in alcune aree critiche del Comune. Pulizia lungo il fossato di via Ceresara con la rimozione della vegetazione che ostruisce il defl usso delle acque, per un costo di 6 mila euro. In località del Medico si sta procedendo a un secondo intervento di 5 mila euro che consentirà un collegamento sotterraneo per lo scorrimento dell’acqua nei momenti di grandi piogge, mettendo in sicurezza diverse abitazioni. Sono terminati i lavori di pulizia e risezionamento di un tratto del Tavello, come spiega Stefano Tonazzo, Assessore ai Lavori Pubblici: “All’interno dell’area golenale, nella zona posta a confine con il Comune di Vigodarzere di via Marconi, persisteva una situazione di criticità idraulica vicino ad alcuni edifici residenziali. Criticità che, in caso di forti precipitazioni, erano causa di allagamenti della sede stradale e dei cortili della abitazioni con grande disagio per i residenti. Non solo. L’acqua defl uiva poi con diffi coltà, a causa dell’assenza di canali di scolo. Problemi completamente risolti con l’intervento concluso”.

Lascia un commento