Home Veneziano Chioggia L’incrocio di via Venturini sarà messo in sicurezza

L’incrocio di via Venturini sarà messo in sicurezza

?????????????

Il pericolosissimo incrocio di via padre Emilio Venturini è destinato a rimanere solo un brutto ricordo. Il Comune ha deciso di mettere in sicurezza l’intersezione a raso, che collega la località di Brondolo di Chioggia alla Statale 309 Romea, considerato uno dei punti neri della viabilità cittadina. Il progetto, ancora in fase di definizione, prevede in particolare la costruzione di un ponte sopra la ferrovia, così da poter raggiungere in piena sicurezza la nuova rotatoria, costruita qualche anno fa all’altezza del nuovo parco commerciale Clodì. La futura viabilità sarà conforme al nuovo Piano Attuativo di Brondolo, recentemente approvato. Il progetto, attualmente in fase di avanzata progettazione, andrà a ridisegnare completamente uno dei nodi viabilistici più importanti della città. L’attuale incrocio funge da collegamento tra la famigerata Statale Romea e Chioggia sud, ovvero quella che comprende la frazione di Brondolo. Si tratta di un’intersezione a raso dove, chi si immette in Romea, deve osservare uno stop.

L’incrocio, però, è posizionato ai piedi di un ponte, cosicché chi deve immettersi, da via Venturini in direzione Venezia, è costretto a dover accelerare bruscamente in salita. Chi deve invece procedere verso Ravenna si deve impegnare in un salto di corsia, con tutti i rischi che questa manovra comporta. Da anni si invoca la messa in sicurezza di questo incrocio killer, dove quotidianamente rischiano la vita centinaia di persone. Ma quale sarà la chiave di volta di questo vetusto sistema viario? La soluzione è strettamente legata alla nuova viabilità costruita anni addietro per mettere in sicurezza l’incrocio tra la Strada Provinciale 7 Rebosola alla Statale 309. Per eliminare l’intersezione a raso che collegava le due importanti arterie, fu costruito un cavalcavia, che permise di ricavare una rotatoria al fi ne di evitare pericolosi salti di corsia. Proprio quella rotatoria sarà la soluzione al problema dell’incrocio di via Venturini.

L ’assessore ai Lavori pubblici si è dimostrato fiducioso sull’avvio dei lavori di messa in sicurezza già dalla fi ne del 2015, ma la tempistica per ora non è ancora definita. Nel dettaglio verrà quindi sistemata la viabilità tra Via Giovanni XXIII e via padre Emilio Venturini, conformemente al nuovo Piano Attuativo di Brondolo. Verrà previsto quindi un raccordo della principale via di Brondolo con la Statale 309 attraverso il sedime della vecchia Romea, parallelo al nuovo cavalcavia costruito da Anas. Non mancherà, poi, un collegamento con la nuova area del parco commerciale Clodì, aperto a metà maggio. Una volta terminati i lavori, verrà chiuso definitivamente l’attuale sbocco diretto tra via Venturini e la Romea. Il progetto prevede anche la creazione di un itinerario ciclabile sicuro per il collegamento tra Brondolo e l’Arzeron. Infine è prevista la sistemazione del regime idraulico dell’intera zona.

Andrea Varagnolo

Le più lette