Home Veneziano Miranese Nord Martino Criconia, un salzanese nella Reyer

Martino Criconia, un salzanese nella Reyer

martino criconiaMartino Criconia, classe ’98 è una giovane promessa del basket veneziano. La sua carriera nel mondo della pallacanestro inizia appena possibile: nel 2003, quando i suoi genitori entrano a far parte della direzione della squadra di basket di Salzano. Martino infatti, da subito si distingue da tutti i suoi compagni di squadra e inizia a giocare coi bambini di un’annata più grande di lui. Martino, sin da piccolo ha avuto come eroe cestista Ray Allen, giocatore dell’ NBA. Passano così gli anni tra tornei, partite e duri allenamenti che permettono al giovane cestista di migliorarsi e perfezionare le tecniche, fi no ai 14 anni, un anno importante per Martino che vede spianarsi davanti a sé il futuro che tanto desiderava. Qualche anno prima la squadra di basket di Salzano si unisce alla squadra di Santa Maria di Sala formando così la “Big”, squadra che lo ospiterà per due anni, e che sarà il suo trampolino di lancio che lo farà poi approdare negli orogranata.

E’ stato proprio ad un torneo in cui giocava con la squadra “big” nella categoria under14 che viene notato dall’Umana Reyer, e qualche torneo e partita dopo, anche contro la stessa squadra veneziana. Alla fine dell’anno sportivo gli viene chiesto di entrare nella categoria under15 degli orogranata. L’impegno che Martino ha dovuto mettere in questa nuova avventura è stato maggiore rispetto a prima, ma non tanto per la mole di allenamenti che sono quasi ogni giorno, quanto per le squadre avversarie che hanno un livello di preparazione più elevato e che spesso rendono le sfide più faticose ma avvincenti. Al suo secondo anno con gli orogranta Martino, dopo un anno non molto buono, stava pensando di lasciare il basket, ma la sua determinazione lo ha convinto a riprovarci e a impegnarsi di più. In questo modo, ha visto i risultati, soprattutto in due partite: nella semifinale nazionale e in un torneo contro la squadra “Stella Azzurra” in cui, l’intera squadra, è riuscita a ribaltare una partita che sembrava già persa in partenza. Con questa squadra Martino è cresciuto. “Anche se sei bravo e fai tanti punti non è così importante – ammette il giocatore. Giocando di squadra riesci ad ottenere dei risultati che non ti aspetti. Se giochi solo per te di sicuro le partite non vanno a finire bene”. Tra un paio d’anni, finita la scuola, Martino spera di giocare ancora a basket e sogna di diventare un giocatore professionista. A 17 anni le aspirazioni di questo giovane giocatore sono grandi e, con il suo talento e la sua determinazione si apre davanti a lui un futuro di successo.

Le più lette