Brugine, lavori su strade ed edifici pubblici

brugine lavoriEstate, tempo di cantieri. Sono numerosi gli interventi programmati dall’amministrazione comunale su strade ed edifici pubblici del paese. Buona parte di questi sono partiti il mese scorso, altri invece verranno avviati in autunno. Tutti però dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno. In via Rialto e in via Aldo Moro si lavora per riasfaltare circa due chilometri di strada. In via Ospitale invece, in direzione Piove di Sacco, è iniziato il primo stralcio dei lavori per la posa della nuova condotta fognaria. Successivamente si andrà a rinnovare anche quella dell’acquedotto e quindi si passerà alla sistemazione del manto stradale. Per questi e per altri interventi sono previsti investimenti che superano i 700 mila euro, per la maggior parte sostenuti dalla società AcegasApsAmga e dalla Regione. Sono in via di ultimazione anche i lavori di adeguamento alle norme antisismiche della scuola elementare “Carlo Goldoni”. Gli interventi comprendono opere edili per la messa in sicurezza della struttura che presenta segni di potenziale sfondellamento nel solaio al piano primo dell’edificio in corrispondenza del corridoio e di quattro aule. Per questi lavori sono stati stanziati 40 mila euro e, anche in questo caso, con il contributo della Regione. La giunta comunale, su iniziativa dell’assessore ai Lavori pubblici Fabio Magagnato, ad agosto ha approvato anche il nuovo piano delle asfaltature che prevede una serie di interventi di manutenzione straordinaria alla viabilità locale. Si partirà da via Porto Superiore a Campagnola e da via Ardoneghe, strada che attraversa la zona artigianale del capoluogo. Entrambe le vie infatti presentano numerose criticità legate agli agenti atmosferici ma anche all’aumento del traffico, specie per il passaggio dei mezzi pesanti. L’elenco delle strade che necessitano di interventi è lungo, per questo l’amministrazione ha fatto sapere che questi lavori fanno parte in realtà di una programmazione ben più ampia. Per questi interventi sono stati messi a bilancio circa 100 mila euro.

Martina Maniero

Lascia un commento