Calcio Clodiense: arriva Franco Caraccio, argentino dal Chieti

Il nuovo acquisto della Clodiense Calcio è Franco Carraccio: classe 1987, peso 76 KG, altezza 1.80. Ha fatto le giovanili nella formazione argentina dell’Arsenal Sarandi con esordio in prima squadra a 19 anni assieme a giocatori come Denis, Llama e Gomez, quello del Catania di Maran. Nel 2006 è stato convocato nella nazionale argentina Under 20 con cui ha collezionato alcune presenze ed un gol contro la Repubblica Ceca. Caraccio ha descritto questa esperienza come la più bella avuta finora nel calcio.Dopo tre stagioni passa negli Stati Uniti con la Houston Dynamo, «Une bella esperienza – ricorda – che avrei anche prolungato, ma poi l’Arsenal chiese troppo alla formazione americana». Passa allora in Italia con il Foggia dove mette a segno il gol della salvezza ai playout, torna in Argentina e rieccolo in Italia con la Vibonese e questa volta i playout vanno male contro il Mantova. Sei mesi al Città di Marino e il passaggio dicembrino al Mezzocorona: «Esperienza importante per me venire a giocare in una squadra del nord, credo che in questo calcio possa esprimermi meglio». Ha anche vestito la maglia della nazionale Under 20 del suo paese disputando il torneo di Tolone per poi essere chiamato a dare una mano, con altri il tiro, nelle quattro occasioni in cui è andato a segno ha mostrato una precisione importante per infilarla nell’angolino, sia alto che basso. Ma a che giocatore argentino si ispira come attaccante? «Mi piacciono Milito e Palacio, ma il mio idolo rimane un brasilano, ovvero Ronaldo e poi anche Batistuta che rimane sempre un esempio». E Messi? «Lui è di un altro pianeta. Anche perché dimostra tranquillità nella testa»

Sfuma il ritorno del bomber dell’anno scorso Riccardo Santi che avendo trovato poco spazio nel Delta Rovigo sembrava vicino alla Clodiense invece con  l’esperto attaccante Franco Carraro classe ’87 Argentino  farà coppia con lo svizzero Stipe Simunach anno di nascita: 9 giugno 1994 è’un attaccante molto forte fisicamente che vede molto bene la porta.E’ mancino ma possiamo dire che utilizza entrambi i piedi e nonostante gioca in avanti è sempre molto aggressivo e pronto a pressare per prima il portatore di palla avversario,83 chilogrammi, doppio passaporto (Croazia e Svizzera), prima punta come si conviene; e, nel “curriculum”, anche due stagioni nelle giovanili della juventus Primavera,poi ha giocato in svizzera con il Locarno. Preso anche Nicola Botticini dalla Sambenedettese centrocampista classe ’94 . Le ultime novità riguardano l’arrivo di Matteo Chion ’96 che va a sostituire la partenza di Ziviani sistemando la pattuglia degli under, centrocampista proveniente dal Venezia, ha fatto la preparazione con la prima squadra.

 

Lascia un commento