Chioggia, Mercato del Zioba: trovate tre nuove locations

mercato di chioggiaLavori in centro storico, il mercato del giovedì viene “fatto a pezzi”. L’avvio dell’attesissimo intervento di rifacimento del selciato di corso del Popolo sud ha obbligato l’amministrazione comunale a dover optare per un sito alternativo dove trasferire il Zioba, il caratteristico mercato settimanale, uno dei più grandi d’Italia. Se ne parla ormai da marzo ma la decisione operativa sullo spostamento è stata presa solo a metà agosto, dopo un lungo braccio di ferro tra le associazioni di categoria degli ambulanti e la giunta comunale.

Il Comune, infatti, si è trovato a decidere in fretta e furia il destino del mercato per i due mesi in cui corso del Popolo rimane off limits. Il braccio di ferro era nato, ai primi di agosto, quando l’amministrazione aveva prospettato, durante una riunione riservata agli operatori, l’annullamento del mercato maggiore settimanale per i mesi interessati ai lavori. Una levata di scudi, prevedibile, da parte degli ambulanti, aveva però obbligato il dirigente del settore e l’assessorato a scendere a un compromesso. Gli ambulanti avevano infatti lanciato un monito durissimo contro la decisione della sospensione, definendola deleteria e foriera di danni economici ingenti agli operatori.

Dopo una settimana di tensione, il Comune ha fatto marcia indietro, accogliendo le richieste degli ambulanti, che premevano per trovare un sito alternativo per i due mesi in questione. La soluzione trovata, com’era stato ventilato da tempo, è quella dell’Isola dell’Unione, sito che più si confà alle esigenze operative e logistiche del mercato e che risulta più vicino al centro storico. Il mercato, fino ai primi di novembre, sarà quindi diviso in tre: una parte resterà in corso del Popolo nord, un’altra verrà trasferita all’Isola dell’Unione e, infine, l’ultimo pezzo sarà collocato nei pressi del Duomo. Adesso residenti e ambulanti dovranno però accertarsi che la tempistica per l’esecuzione dei lavori venga rispettata.

 

di
Andrea Varagnolo

Lascia un commento