Home Padovano Conselvano Conselve: la RSA in gestione alla casa di riposo Sereni Orizzonti

Conselve: la RSA in gestione alla casa di riposo Sereni Orizzonti

cons ospedale4Fra pochi giorni, per la precisione dal primo ottobre, la gestione della Rsa, la Residenza sanitaria assistita, servizio con 59 pazienti ospitati nei due piani dell’ospedale di Conselve, passa dalla Casa di Riposo “Beggiato” alla “Sereni Orizzonti” Spa. Una svolta che non è riduttivo definire epocale visto che da 37 anni la gestione della Rsa era affidata alla “Beggiato” dall’Uls 17. Questo fino alla primavera scorsa, quando la società di Udine “Sereni Orizzonti”, impegnata tra l’altro nella costruzione della nuova casa di riposo a Bovolenta, ha vinto la gara d’appalto bandita dall’Uls 17 per l’affi damento della gestione.

All’inizio è stato un colpo duro da digerire per gli amministratori ed il personale della “Beggiato”, perché da sempre la storica casa di riposo si era occupata anche degli ospiti nei due piani dell’ospedale. non sono mancate le proteste formali, anche di fronte al divario delle due offerte. La casa di riposo di Conselve aveva ottenuto un punteggio più alto nella valutazione tecnico – qualitativa del progetto in gara ma è stata superata sul fronte economico.

La gara infatti in questo caso prevede che il gestore faccia un’offerta della somma da riconoscere all’Uls per la concessione del servizio. Ebbene, la cifra indicata dalla “Sereni Orizzonti” è stata di gran lunga più alta di quella della “Beggiato”, determinando così l’esito della gara. Dopo un periodo di incertezza agli inizi di settembre la situazione era ormai chiara: il mese scorso l’Uls ha archiviato il provvedimento di revoca e nei giorni scorsi il Tar del Veneto ha deciso che discuterà il ricorso della casa di riposo conselvana il 7 ottobre senza però concedere la sospensiva. Questo significa che dall’inizio del prossimo mese la “Sereni Orizzonti” subentrerà a tutti gli effetti nella gestione della Rsa, assorbendo anche il personale in servizio.

Già previsto un incontro con i rappresentanti sindacali per discutere dei dettagli e del futuro occupazionale. Nel frattempo la società friulana ha chiesto all’amministrazione della “Beggiato” l’elenco dettagliato del personale dipendente impegnato nella Rsa e dei liberi professionisti che prestano servizio nella stessa struttura. Stando ai primi contatti l’intenzione è quella di salvaguardare i posti di lavoro. La “Beggiato” trasferirà il personale a tempo indeterminato nella sede centrale, dove comunque c’è bisogno di forza lavoro visto il ricorso a figure esterne, mentre la “Sereni Orizzonti” dovrebbe confermare il posto ad una trentina di precari, per lo più donne, attualmente in servizio. “Il tempo stringe – afferma Franco Maisto della Cisl – dopo la riunione con i vertici della “Sereni Orizzonti” per il trasferimento del personale precario dalla Beggiato al contratto di stampo privatistico incontreremo tutte le lavoratrici che attendono garanzie del proprio posto di lavoro”.

di
Nicola Stievano

Le più lette