Da Chioggia alla giuria del Barber Match: la storia di Simone Boscolo Cegion

simone_boscolo_cegionIl barbiere chioggiotto Simone Boscolo Cegion giurato del Barber match, organizzato lo scorso primo giugno a Roma. È stata una vera e propria conquista per il giovane acconciatore di Chioggia, essere stato selezionato a un evento così importante, su scala nazionale. Prima di tutto un riconoscimento della sue capacità professionali e, poi, il coronamento di anni e anni di dedizione, nell’antico mestiere.

Simone, classe ‘78, molto apprezzato a Chioggia e non solo, è stato selezionato per valutare i partecipanti al concorso nazionale di acconciatori, che ha richiamato professionisti da ogni angolo della Penisola. È stata una sfida tra barbieri under 28 e under 22 sulle categorie “old school”, “hair tattoo”, modellatura e massaggio barba. Simone, che ha il diploma di maestro d’arte, è stato scelto come professionista di altissimo livello, dopo una selezione svoltasi nell’intero panorama nazionale. Per lui, dunque, una chiamata un po’ inaspettata, ma resa possibile grazie alla rivoluzione digitale. Dopo essersi fatto conoscere anche sui social network, infatti, è stato subito apprezzato dai più importanti professionisti del settore, che si sono cimentati nell’impresa di scovare i più talentuosi barbieri italiani.

A lui, oltre all’onore di essere chiamato a fare parte della giuria, il “compito” di rappresentare tutto il Veneto, in quanto è stato l’unico rappresentante a livello regionale. La sua funzione è stata quella di contribuire, assieme agli altri venti giudici presenti, a scegliere il vincitore delle tre categorie. Per Simone è stata anche un’occasione per esibirsi in suo taglio caratteristico, nel suo metodo di lavoro che lo distingue per sfumatura e ciuffi. Attualmente lavora gestisce una barbieria a Sottomarina in viale Tirreno, dopo aver appreso il mestiere del padre Angelo e del nonno, iniziando la professione, nel 1994, a 15 anni.

 

 

Lascia un commento