L’ ortodonzia non ha solo fini estetici

ortodonziaL’ortodonzia è quel campo specifico della pratica odontoiatrica che si occupa della diagnosi e cura delle anomalie di disposizione dei denti e delle strutture anatomiche ad essi collegate (basi ossee, muscolatura facciale e masticatoria, lingua). Il concetto del semplice allineamento dei denti sulle arcate dentarie è largamente superato dalle nuove concezioni di riposizione spaziale delle basi ossee in armonia con la componente neuromuscolare, con gli elementi dentari, con le parti molli.

Il ruolo dell’ortodonzia si estrinseca non solo nel ripristino della funzione masticatoria ma anche nella normalizzazione dell’atto della deglutizione, nel ristabilimento della funzione respiratoria, nella correzione di una fonesi alterata, nel miglioramento della postura e dell’aspetto estetico il cui risvolto, non va dimenticato, si ripercuote anche, e soprattutto, in campo psicologico.Le metodiche per arrivare ad un perfetto allineamento sono diverse e prevedono dapprima una corretta diagnosi attraverso indagini radiografiche, fotografiche e lo studio dei modelli in gesso delle arcate.

I controlli vanno eseguiti precocemente già a partire da 4 anni di età e durante tutta la fase della crescita e dello sviluppo della dentatura. Nel bambino vanno controllati e curati i denti da latte in quanto una loro precoce perdita dovuta a carie comporta perdita di spazio e conseguente tendenza all’affollamento dei permanenti, inoltre interventi tempestivi possono in alcuni casi, condizionare e modificare la crescita ossea e quindi prevenire guai peggiori e terapie più pesanti nell’adulto. Abitudini viziate quali il succhiamento del dito se interrotte in tempo possono far regredire malposizioni come il morso aperto.

A volte è necessaria la collaborazione fra più specialisti quali l’otorino e la logopedista per
risolvere situazioni di alterata respirazione e fonazione. I mezzi a nostra disposizione per la cura sono innumerevoli e vanno personalizzati in base al difetto da correggere. Mentre nel bambino è relativamente facile far accettare apparecchiature mobili e fisse, nell’adulto il risvolto psicologico di avere archi e fili attaccati ai denti rende più difficile l’accettazione del piano di trattamento. In questi casi nuove metodi- che appositamente studiate per l’adulto ci permettono di risolvere in maniera “invisibile” molte situazioni.

L’ORTODONZIA LINGUALE consiste nell’applicare attacchi (brackets) incollati sulla superficie interna dei denti e fili metallici che esercitano la forza necessaria per il movimento dentario.

La tecnica delle MASCHERINE INVISIBILI consta di una serie di allineatori (mascherine in resina trasparente, quasi invisibili) creati su misura che vanno sostituiti ogni due settimane e spostano gradualmente i denti fino a raggiungere la posizione definitiva.

Dott. Vezio Bertani – Medico-chirurgo specialista in Odontostomatologia Cortile di San Martino, 12
Piove di Sacco (PD) tel. 0495842949 www.studiodentisticobertani.it
Email: veziobertani@libero.it

Lascia un commento