La magia del botulino

botulinoDr. Predebon oggi iniziamo, con il primo di alcuni articoli, a parlare del botulino

“Il botulino, o meglio la tossina botulinica oggi rappresenta uno dei capisaldi della Medicina Estetica moderna, scettro che condivide con l’acido ialuronico. Ma mentre quest’ultimo è universalmente accettato, per la tossina botulinica periodicamente vengono sollevate perplessità puntualmente smentite dalla casistica clinica e dagli studi in merito. Voglio sottolineare che poche molecole al mondo hanno alle spalle un patrimonio di studi scientifici come la tossina botulinica (e questo ben pochi lo sanno!): la tossina botulinica è nota dall’inizio del 1800 ed usata in Medicina da oltre 70 anni!”

Come funziona la tossina botulinica?

“La TBA determina una azione bloccante, ben nota in tutti i suoi passaggi, sulla comunicazione chimica tra la terminazione nervosa ed il muscolo, determinandone l’interruzione temporanea e quindi il rilassamento muscolare responsabile della ruga. Col passare del tempo e generalmente entro il sesto mese, la TBA viene gradualmente inattivata, garantendo così la piena reversibilità dell’effetto. Il suo campo di impiego è quello di ridurre le rughe di espressione, specialmente della fronte, quelle della glabella, le “bunny lines” attorno al naso, ma ha anche efficacia per variare l’altezza di un sopracciglio “caduto” o di mitigare l’effetto muscolare sulla punta del naso che cade. Non si impiega quindi come i fillers, che riempiono il difetto, ma rilassa il muscolo responsabile dell’inestetismo!”

Occorrono particolari attenzioni per il suo uso?

“Certo! E’ di fondamentale importanza una corretta valutazione clinica. Essa serve per valutare il dosaggio, che deve essere preciso e prudenziale, e il punto esatto di inoculazione, per un effetto predicibile e sicuro, ricercando un risultato naturale e non una paralisi “marmorea totale” che rende inespressivi ed è considerata da noi poco desiderabile.”

Nella pratica, come si esegue il trattamento?

“E’ fondamentale studiare accuratamente il viso del/ della paziente, i segni, i movimenti mimici e verificarne eventuali asimmetrie, prima di intraprendere il trattamento. E ́ altrettanto importante verificare se non esistano controindicazioni alla terapia ed informare esaurientemente il paziente, che dovrà quindi firmare il consenso informato, prima di effettuare il trattamento. La tossina botulinica si inietta (previa foto di controllo del/della paziente) con micro-infiltrazioni eseguite con un ago sottilissimo nel “ventre” del muscolo che si desidera rilassare. Dopo il trattamento, per 5 ore bisogna mantenere alcune cautele: no alla doccia,alla sauna, alla palestra, no alla testa all ́in giu ́, non sdraiarsi sul letto, non toccare le zone trattate. Queste cautele ser- vono per evitare uno spostamento della tossina. Il risultato estetico del botulino compare dopo circa 5-7 giorni dal tratta- mento, raggiunge il massimo effetto distensivo dopo 20-30 giorni ed il risultato estetico permane per circa 4-5 mesi. A questo punto, se si desidera, si può ripetere il trattamento”.

Dr. Enzo Predebon
Master Medicina Estetica Poliambulatorio S. Martino
Via Carrarese 66 – Piove di Sacco (Pd) Tel. 049 9703406

Lascia un commento